American Horror Story,

American Horror Story: paura da record per Coven negli studios

American Horror Story: paura da record per l'Horror negli Studios, chiamatela pure horror mania, ad Hollywood, il genere torna di grande moda.

American Horror Story: paura da record per l’Horror negli Studios. Chiamatela horror mania. Già, perché a partire da Hollywood, un genere che solo pochi anni fa sembrava morto e sepolto, sta, invece, tornando prepotentemente alla ribalta.

Vampiri, licantropi, zombie, anche i cari e vecchi fantasmi… tutti ormai, hanno ripreso più che mai vita (è proprio il caso di dirlo…) e, soprattutto, stanno assicurando incassi d’oro al botteghino e ascolti da record in televisione.

Qualche esempio? American Horror Story, Walking Dead o il più recente Sleepy Hollow fanno regolarmente il pieno di consensi di pubblico e di critica, senza perdere colpi anche dopo qualche stagione di attività.

Al cinema, The Conjuring – L’evocazione è stata una delle pellicole di cassetta della stagione passata e non è un caso che un attore icona come Brad Pitt si sia accostato anche lui al genere con il suo kolossal World War Z che, naturalmente, ha raccolto cifre da capogiro. E in rampa di lancio, per sfruttare un trend decisamente in salita, sono pronti altri titoli come i remake di Carrie e Suspiria, a conferma che il successo degli horror ha anche un notevole sentore di ritorno al passato.

Da oltre oceano, non hanno dubbi nell’affermare che l’horror è il genere al momento più popolare, molto commerciale nella sua natura e con il pregio di non avere, in genere, costi di produzione esagerati.

Ecco, allora, che la copertina autunnale di Hollywood Reporter dedicata proprio alla riscossa dell’horror è perfettamente in linea con quanto si vede nelle sale e tra il pubblico.

Ad accompagnare la cover, una ricerca che indica come, oggi, l’horror attiri soprattutto le donne e il pubblico “latinos”.

Ma la vera forza del genere è la sua trasversalità. Sia per quanto riguarda gli spettatori che ne vengono attirati, sia per ciò che concerne i protagonisti di film e serie tv, l’horror sembra proprio il più democratico dei generi, non risparmiando a nessuno la sua buona dose di urla e paura.

Che fin che rimane sul grande e piccolo schermo, non fa male a nessuno. Anzi, a quanto pare fa decisamente bene a molti.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy