Food Blogger

Non solo moda…Food Blogger per combattere la crisi

Non solo moda...Food Blogger per combattere la crisi. Le nuove professioni per guadagnare facendo ciò che si ama.

Non solo moda…Food Blogger per combattere la crisi.
Le nuove professioni per guadagnare facendo ciò che si ama.

Le pentole sono pronte, anche gli ingredienti, il mestolo e il mattarello non possono mancare e per finire… no, non un pizzico di sale, ma una telecamera, un tablet, anche un cellulare ben posizionato. Questa è la ricetta del Food Blogger doc, per gli amanti del cibo, vogliosi di mostrare la loro arte culinaria al mondo.

Ma come in ogni ricetta che si rispetti, c’è sempre qualche segreto da svelare. La cosa più importante per chi vuole cimentarsi come intercuoco è il saper descrivere i propri piatti, renderli accattivanti per tutti quelli che, sul web, cercano una ricetta da preparare alla fidanzata, fidanzato, marito, figlia, mamma e via dicendo. Bisogna dunque creare un Blog ed avere qualche conoscenza dei SEO per meglio posizionare la vostra “creatura” nei motori di ricerca.

Come per ogni prodotto che si rispetti, bisogna inventare uno stile che vi faccia riconoscere come unici, sia per i temi, il logo, la grafica, il modo di esporre, gli argomenti trattati.

Non si vive di solo cibo, regola che per un Food Blogger vale il triplo: buone ricette sì, ma condite con grandi dosi di originalità. Non dimentichiamoci la “condivisione”, tutti i Blog devono essere diffusi su Facebook e Twitter  (anche con un profilo ad hoc così da personalizzare ancora di più il Blog). Poi c’è il meno conosciuto Pinterest, il social network perfetto per i golosi, le foto raffiguranti delizie sono condivise nello spazio di una grattugiata di parmigiano.

Per chi è bravo con il montaggio può preparare dei veri e propri video (bastano anche programmi semplici come Movie Maker o Pinnacle), per poi condividerli su You Tube o Vimeo e commentarli con gli utenti. Le idee particolarmente originali raccomandiamo di depositarle come Format alla SIAE, oppure di scriverle ed inviarle in una busta chiusa con ceralacca al proprio indirizzo, i falchi tiratori non mancano mai!

Una volta che sarete un po’ conosciuti, potrete iniziare a fare qualche soldino inserendo banner sul portale e accettando di fare pubblicità ai prodotti utilizzati, attenti però a non trasformare il proprio spazio in un elenco di marchi in cambio di qualche etto di prosciutto o una fornitura di pasta. Credibilità e classe al primo posto.

In numeri sono alti, 2300 i Food Blogger in Italia ed il mercato (non solo ortofrutticolo) è in continua espansione.
Tra i blog più originali e seguiti segnaliamo:
Il Cavoletto di Bruxelles di Sigrid Verbert, è ormai un cult con oltre 10mila visite al giorno. Sigrid è belga ma è italiana d’adozione avendo sposato un nostro connazionale.

SutMusicKitchen, ad ogni piatto, oltre che un vino è abbinato un disco, musica e cibo, un’accoppiata che renderebbe ingordi anche gli dei.
Giallo Zafferano è il più famoso d’Italia. Ha 400 mila utenti unici ogni giorno. L’ideatrice è Sonia Peronaci, oggi a capo di una redazione che si occupa proprio di programmare, preparare, fotografare e filmare le ricette caricate sul sito.

Datevi da fare dunque e (anche se il galateo lo bandisce), buon appetito!
Di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy