Yoko Ono Paul McCartney

E’ pace tra Paul McCartney e Yoko Ono

Scoppia la pace tra Paul McCartney e Yoko Ono, la vedova di John Lennon. I due mettono chiudono definitivamente la querelle sulla questione Lennon.

Scoppia la pace tra Paul McCartney e Yoko Ono, la vedova di John Lennon. I due mettono una pietra sopra quella che oramai era diventata una verità assoluta ma mai confermata.

La “leggenda” dice che fu proprio la bella Yoko Ono ad indurre Lennon a lasciare i Beatles, ma che fosse vero o meno, ci ha pensato Paul McCartney a chiudere definitivamente la questione quando durante un’intervista ammise: “Sicuramente non è stata Yoko Ono a far sciogliere il gruppo, perché la band si stava già separando. E anche se non ci fosse stata Yoko, lui in un modo o nell’altro se ne sarebbe andato comunque”.Yoko Ono sembra aver apprezzato la franchezza di Paul, anche se non risparmia una punta di sarcasmo: Sono molto, molto grata. Voglio dire, sono rimasta scioccata. Ho pensato: ‘Adesso stai dicendo questo? Ora, dopo 40 anni?’. Ma è stato molto bello. Non deve esser stato facile ammetterlo’”.Contrariamente quindi a quanto sostenuto per quasi 50 anni da buona parte dei fan del gruppo britannico, cade anche l’etichetta di donna “distruttrice di gruppi musicali” che le era stata affibbiata, a fine anni 60.

Emblematico che sia proprio Paul McCartney a chiudere la questione dichiarando infine:  “Quando Yoko arrivò, parte della sua attrazione era il suo lato d’avanguardia, la sua visione delle cose. Lei ha mostrato a John un altro modo di essere che si è rivelato molto interessante. Così per lui è arrivato il momento di lasciare i Beatles”. Punti di vista innovativi che John imparò ad amare ben presto, dopo aver conosciuto la donna il 9 novembre del 1966, in occasione di un’esposizione artistica.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy