Prada lancia l

Per ogni grande metropoli c’è una grande località di vacanza. Un alter ego che non è un’antitesi, è la stessa identità con una diversa sembianza, una trasformazione che rivela qualcosa di essenziale su entrambe. Biarritz completa Parigi.
Milano si prolunga in Forte dei Marmi. Montauk è un dolce riflesso del cemento di Manhattan. Londra ha Cornwall, Lisbona Setùbal e Los Angeles l’infinita costa del Pacifico con Santa Monica. Una è la gemella più vivace e più leggera, una civetta che si mette in mostra al sole con un piacere infantile.
Le cittadine di villeggiatura possono essere eleganti, schive o chiassose, ma sono essenziali per equilibrare la gravità delle città in cui spediamo gli allegri messaggi delle nostre cartoline, senza segreti, come il palmo di una mano, che tutti – anche il postino! – possono leggere durante il loro viaggio: “Vorrei che fossi qui”. Il sole si tuffa nel mare facendolo scintillare e penetra nel grigiore accumulato con la vita cittadina. Quando la cartolina arriva a destinazione, è probabile che l’autore se ne sia già andato. È la reliquia di un momento di gioia, ora appartenente al passato.
Gli occhiali da sole Postcards catturano l’altro aspetto della città, la voce immortalata in quella luce, in quelle due righe spensierate, e nella persona in cui ci trasformiamo quando la città svanisce alle nostre spalle e, in lontananza, appare il mare scintillante.
I Postcards Sunglasses sono disponibili in sei colori, ciascuno dedicato a una città e alla sua gemella:
Milano: un verde lime denominato Forte dei Marmi.
Le guglie gotiche e la nebbia densa di Milano lasciano spazio a una spiaggia luminosa e calda, con l’acqua del colore delle alghe. Tuffatevi nelle onde viscose e poi saltellate sulla sabbia che scotta per raggiungere il riparo di un ombrellone a spicchi colorati. Alla sera, in lontananza, le cave delle Alpi Apuane si accendono di rosa.
Los Angeles: un rosa chiaro denominato Santa Monica.
Los Angeles distillata e raffinata, nella versione che avete immaginato. Passeggiate in Montana Avenue, fate shopping da Fred Segal, mangiate sushi o budino di cachi. Le tipiche case in legno si affacciano sull’imboccatura a U del Pacifico color indaco, gli artisti dipingono negli studi inondati di sole, le buganvillee fioriscono rigogliose.
L’Industria cinematografica è un mormorio lontano.
Manhattan: trasparente con lenti rosa denominato Montauk.
L’aria è densa del frinire dei grilli, dell’odore di una vegetazione lussureggiante, dei campi di patate e di sale. La spiaggia è lunga e ampia, punteggiata di starlet e pescatori.
Alla bancarella di prodotti della fattoria ci sono la crostata di cocco fresco e fiori selvatici che appassiranno in un giorno. In sella a una bicicletta, la città evapora negli spruzzi salati delle onde.
Parigi: trasparente con lenti grigio chiaro, denominato Biarritz.
Biarritz, sul Golfo di Biscaglia, un nome che freme di vita. L’aria è più aria e la luce più luce che a Parigi. Il carattere basco aggiunge profondità e fascino. Siete avvisati: il surf è difficile e, se avete il coraggio di fare il bagno, l’acqua è gelida.
Londra: grigio trasparente con lenti arancio, denominato Cornwall.
Londra era precisa e ordinata. Qui ci sono ovunque secchi di frutti di mare freschi e salmastri. Le ripide scogliere che precipitano nell’acqua grigia sono uscite da un romanzo gotico: turbini di vento colpiscono l’impavida eroina mentre guarda verso il mare, verso il suo destino.
Lisbona: nero opaco con lenti nere denominato Setùbal.
Setùbal è facciate giallo brillante e balconi sporgenti che vi danno il benvenuto. Il famoso, antico Mosteiro de Jesus sormontato di pietra lavorata come una trina e le grandi navi colorate nel porto che, da lontano, sembrano giocattoli che dondolano.
Per celebrare la nuova capsule collection dei Postcards Sunglasses, Prada ha creato un nuovo audioracconto illustrato in nove lingue, basato sul filmato della campagna pubblicitaria di Steven Meisel con la modella Raza Zukauskaite come protagonista e musica di Frederic Sanchez. Il film sarà disponibile su Prada.com

"L’ audioracconto:
C’era il mio amore della Riviera
che mi scrutava da sopra gli occhiali scuri.
Uno sguardo infantile e trasognato, insidioso e intenzionale.
Una femmina dall’aria spavalda. Timida ma audace.
Parlava di questo e di quello.
E io, ascoltando a metà, mi perdevo guardando…
Eravamo al mare
L’acqua del colore di una bottiglia torbida.
Forse Forte dei Marmi o Montauk,
Biarritz o Setùbal.
Sotto le scogliere della Cornovaglia o
Allungati sulla sabbia del Pacifico infinito che lambisce Santa Monica…
Una cartolina sbiadita, la mia sacra reliquia.
Inchiostro color lavanda e la sua mano sinuosa:
Vorrei fossimo qui.."

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy