Spazio Pontaccio: un omaggio al design

Un omaggio al design, alla sua inesauribile capacità di tradurre idee, esprimere emozioni e raccontare storie.
A Spazio Pontaccio, da sette anni, è dato il privilegio di proporre in esclusiva il meglio del design italiano ed internazionale. E non solo. Soprattutto l’intuito di saper anticipare e stabilire nuove tendenze in fatto di arredamento.
“Design, don’t hide!” è la sintesi del messaggio che Spazio Pontaccio si propone di comunicare al Salone del Mobile 2010, in cui lo showroom diventa ancora di più un eclettico punto di riferimento per lo stile nel living. “Design, don’t hide!” è un omaggio al design, fatto di idee, forme e qualità, in cui materiali innovativi prendono vita in elementi d’arredo dalle forme rassicuranti.
E’ questo il caso delle nuove creazioni in specchio che Jasper Morrison ha ideato per Glas Italia e che Spazio Pontaccio presenta in anteprima: “Mirror Mirror” definisce una nuova collezione di tavoli, consolle, mensole e specchi realizzata incollando a 45° lastre di specchio stratificato bifacciale.
Sintesi di trasparenza anche “I-Beam” di Jean-Marie Massaud per Glas Italia. Un’inedita collezione di tavoli bassi-panche e una chaise longue realizzata incollando tre lastre di cristallo fumé a ricordare la sagoma delle tipiche putrelle. La chaise longue ha un’elegante seduta in cristallo curvato sostenuta da un elemento verticale sagomato.
Grandiosa dimostrazione del savoir faire di Glas Italia nella lavorazione del cristallo la serie di cassettiere “Float” ed il tavolo “Edge” di Patrick Norguet interamente realizzati in  cristallo rasparente extralight.
Accanto ad oggetti simbolo d’innovazione, Spazio Pontaccio presenta le creazioni di personalità talentuose come Philippe Nigro che firma per Ligne Roset “T.U.” (Tavolo Universale), frutto di una precisa riflessione ambientale, che consente all’utente di riutilizzare piani o basi di cui sia già in possesso. “T.U.”, infatti, è una collezione di gambe a staffa in metallo laccato che possiede tutte le regolazioni necessarie a supportare qualsiasi tipo di piano pre esistente. Dopo il   successo delle sedute Confluences, il giovane creativo Nigro ribadisce il ruolo che il design secondo lui deve avere: innovazione, qualità, estetica ma anche funzionalità e praticità. Dell’azienda francese Spazio Pontaccio sceglie anche il divano “Harry” di Eric Jourdan: omaggio allo stile britannico in cui convivono armonicamente la modernità più spumeggiante e la tradizione più rassicurante. Le sedute “Harry” possono infatti sembrare contemporanee o classiche a seconda di come le si guarda, del loro rivestimento e della base che si sceglie tra le varianti disponibili.
Protagoniste di “Design, don’t hide!” ed inconfondibile esempio di maestria artigianale le creazioni dello storico ebanista francese Moissonnier: la tradizionale cassettiera “Commode Louis XV” e la classica poltrona “Marquise Gondole” vengono attualizzate ed impreziosite grazie ad un inusuale gioco di cromie black & white e dettagli raffinati come il marmo nero e bronzi argentati.
Completa la selezione pensata per il Salone del Mobile 2010, la prima collezione di sedute edite da Spazio Pontaccio: best seller del 2009, la poltroncina a due e tre posti “Alexander” viene presentata nella versione gialla e turchese con code di topo bianche. Si tratta invece di una Prima per “Victoria”, raffinata poltrona capitoné, rivestita in pregiato velluto di cotone da scegliere tra 250 varianti e personalizzabile con impunture a contrasto interamente cucite a mano da artigiani rigorosamente made in Milano.
“Design, don’t hide!”, un invito a continuare a disegnare…

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy