Cioè The Party

Cioè The Party: grande festa a Roma del settimanale per le Teen

Cioè The Party: grande festa a Roma del settimanale per le Teen, erano presenti anche i FreeBoys: dopo "X Factor", si esibiranno per le fan.

E’ stata una delle primissime uscite in pubblico dopo “X Factor”: i FreeBoys infatti, sono stati tra gli ospiti d’onore al “Cioè The Party”, la grande festa che si è svolta a Roma lunedì 25 novembre per le giovani lettrici del settimanale “Cioè”.

Una bella conferma per l’unica boyband italiana, composta da Enrico Nadai, Kevan Gulia e Simone Frulio, dopo la recente avventura al talent-show di SkyUno.

I FreeBoys hanno infatti preparato uno speciale show-case per tutte le loro fan. Questa festa esclusiva è stata organizzata per presentare il nuovo restyling di “Cioè”: la famosa rivista per le teenager rinnova la veste grafica e aggiorna i contenuti, con uno sguardo sempre attento alle passioni e alle mode dei ragazzi di oggi.

Tanti sono stati i vip amati dai teenager presenti al “Cioè The Party” che aveva come location il Crazy Bull Cafè (via Riano 1-3).

E dalla famosissima serie tv “Violetta”, presenti Ruggero Pasquarelli (che interpreta Federico) e Simone Lijoi (Luca). Sempre dal mondo Disney, è arrivata anche l’attrice Valentina Colombo (Giulia in “Life Bites”).

In ambito musicale, oltre ai FreeBoys, non poteva mancare il cantante Davide Papasidero, vincitore dell’ultima edizione del Festival di Castrocaro. La festa è stata presentata da Anastasia Kuzmina, la ballerina di origine ucraine vincitrice dell’edizione 2012 di “Ballando con le Stelle” insieme a Andrés Gil.

“Il settimanale Cioè ha radici forti e profonde, rappresenta la continuità ma anche il rinnovamento”, ha dichiarato Marco Iafrate, direttore della rivista, realizzata da Emmei e pubblicata da Panini Magazines.

“La nuova rivista sarà un po’ Warhol un po’ One Direction, cioè la boyband più amata oggi dalle teenager di mezzo mondo. Come dicono le ragazzine, le mode tornano e ci divertono.

E allora il Nuovo Cioè vuole pescare nelle emozioni fantastiche degli anni ‘80 e anche sorprendere un target abituato ad altri stilemi, all’esserci solo se ‘postati’, contribuendo a dare nuove sensazioni, inaspettate per chi oggi ha fra i 12 e i 15 anni”.
Di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy