La moda è irregolare e indefinita, tanto da essere adorata per la possibilità immensa di creare senza bisogno di standard.

Libero sfogo alla fantasia quando si tratta di accessori. Colorate, dettagliate o borchiate, infinite le possibili varianti delle borse, l’accessorio femminile per eccellenza. Fantasie, loghi e pietre preziose, tutto deciso in base alla personalità di chi le indossa, nonostante molte donne siano divise tra maxi e mini.

JIL-SANDER

A farne la differenza sono le dimensioni. Comoda e spaziosa la maxi-bag, che ha innumerevoli possibilità d’utilizzo, soprattutto per la praticità con cui viene usate quotidianamente. Ottima per le neo mamme che devono trasportare sempre con se il necessario o per le donne che non riescono ad uscire di casa senza tutti gli oggetti di cui hanno bisogno.

La pochette invece puo’ essere talmente piccola ed essenziale, da poter contenere a stento cellulare e chiavi. Altre, per quanto possano definirsi maxi-pochette, riescono a contenere giusto il portafogli ed un pacco di fazzoletti, come le rigide Alexander McQueen.
Alexander McQueen.

Sicuramente la pochette è meno pratica rispetto ad una maxi-shopping bag, come la classica Burberry, ma quando scendono le luci del giorno e si accendono i riflettori notturni, spesso si arriva al compresso. Meno praticità e più eleganza o persistente comodità ?

Nancy Malfa
Foto via Luisaviaroma

Categorie: Borse Donna Tag: , , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: