Boggi ridà slancio alle sue collezioni e lo fa con un crativo per eccelleza: Alessandro Mattoni

Boggi ridà slancio alle sue collezioni e lo fa con un crativo per eccelleza: Alessandro Mattoni.

Alessandro Mattoni, un creativo per eccellenza che ha deciso di rimettersi completamente in gioco con una riqualificazione del brand Boggi. Lui, con un’esperienza nei diversi settori del fashion, reinventerà il modo di vestire un uomo. Ecco che cosa ne pensa, quali le sue aspirazioni e i suoi obiettivi.

Ricerca sembra essere la parola d’ordine… quale sarà il punto di partenza?
“Ricerca soprattutto partendo da idee creative e nuove, un elemento fondamentale per dare una vera identità all’uomo Boggi, lavorerò sui pezzi basici vintage attualizzati e in linea con il progetto complessivo.”
 
Chi è Alessandro Matteoni?

“Sono un uomo che ha nel suo DNA la creatività amplificata dalla curiosità.  Da sempre, traggo ispirazione da quello che mi circonda: un viaggio, un luogo, un oggetto o un’esperienza particolare che riporto ed elaboro in quello che disegno e creo nei progetti.”
 
Com’è nata l’idea di dare un nuovo mood all’uomo Boggi?
“Dall’esigenza di inserire pezzi sportivi nei negozi classici, offrire al cliente Boggi una panoramica di proposte più allargata non ultimo il pensiero di avvicinare anche un consumatore più giovane e  informale e … Un’idea che si è concretizzata subito in progetto.”
 
Che cosa significa oggi creare una collezione? Quali  i punti di forza? Quali le caratteristiche?
“Creare un modo di vestire centrando le esigenze del consumatore al quale è rivolta la proposta: prodotti sempre aggiornati, giusti al momento giusto e con un ottimo rapporto prezzo e qualità.”
 
Esiste un prodotto particolare?
“Polo e camicie direi, ma anche tutti i prodotti vengono sviluppati dai pantaloni, alle felpe, ai costumi, maglie, scarpe e accessori.”
 
Qual è il target che si vuole “colpire” della nuova collezione?
“Dai 25 anni in su, ampliare quindi la proposta e soprattutto differenziare le diverse esigenze. Un uomo da vestire dalla testa ai piedi, nel tempo libero metropolitano e nel lavoro… non..sarà una "missione" facile.”
 
A che cosa si ispira per la prossima collezione Boggi sporstwear?

“Tempo libero, sport e soprattutto ad un modo di vestire “facile”. Verranno proposti capi dilavati, forme semplici, ma ricche di dettagli e particolari che le renderanno uniche. La grande matrice è  Milano che viene presa come spunto per stemmi, numeri, stampe.”
 
Boggi cambia veste… Sarà un cambiamento radicale?

“No, non direi. Si evolve, ne affianca un’altra sviluppando un nuovo target. Direi che nasce una nuova performance sportiva nascono con i negozi Boggi RESORT, solo qui il cambiamento sarà radicale.”
Di Arianna Augustoni

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy