Indiana Bones

Indiana Bones, ovvero un viaggio alla ricerca di scheletri di oltre 400 anni

Lui non ha il volto di Emily Deschanel ma ricorda molto Indiana Jones, ops scusate, Indiana Bones, ed è uno storico dell'arte di tutto rispetto.

Se avete avuto modo di vedere in televisioni le spettacolari avventure dell’antropologa forense piu’ chic del globo, ovvero Temperance Brennan, non vi potrà non piacere questa intrigante notizia..

Lui non ha il volto di Emily Deschanel ma ricorda molto Indiana Jones, ops scusate, Indiana Bones, ed è uno storico dell’arte di tutto rispetto.
Paul Koudonaris ha potuto fotografare la collezione piu’ particolare del mondo, ovvero gli scheletri con oltre 400 anni di storia alle spelle, incrostati di gioielli e custoditi in alcune chiese europee.

Facciamo un passo indietro per capire meglio come ha scelto di muoversi “Indiana Jones” .

Koudonaris ha setacciato dozzine di chiese (e relativi resti) per tutto il Vecchio continente: alcuni sono resti dei primi martiri cristiani, rinvenuti in alcuni casi chiusi in armadi e cassoni; altri invece sono “sosia”: corpi cioè rivestiti di gioielli e indicati come i resti di questo o quel santo. Si tratta comunque di corpi riesumati – a migliaia – nel ’400 dalle catacombe romane e sottoposti a questo processo di “camuffamento” per poi essere distribuiti nelle chiese di città di Germania, Austria, Svizzera, come leggiamo su Vite Speciali.

A questi corpi la Chiesa del ’500, che dovrà iniziare ad affrontare la Riforma, affida un compito importante: diventare come degli scrigni preziosi, a ricordo dei tesori spirituali del Paradiso. Ma non solo: riaffermano la fede. Ecco perché le ossa vengono decorate – molto spesso dalle monache – con oro, argento, gemme preziose che vengono offerte dai devoti e poi esposte in apposite nicchie delle chiese. In alcuni casi la decorazione porta via fino a cinque anni di tempo. I loro feretri possono essere toccati e maneggiati solo da chi ha preso i voti, dal momento che le ossa provengono dalle catacombe e sono ritenute dei martiri (e quindi dei santi).

E se la ricerca vi ha stupiti….be’ non resta che leggere il libro “Heavenly Bodies: Cult Treasures and Spectacular Saints from the Catacombs” (Corpi celesti: Tesori del culto e Santi spettacolari delle Catacombe). È la prima volta che le immagini di questi scheletri appaiono in un libro.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy