Allo Spazio Krizia il peso della libertà con Gherardo Colombo e Eugenio Scalfari

Mercoledì 9 Giugno alle ore 18.30 sarà presentata allo Spazio Krizia di via Manin 21 a Milano la nuova edizione di uno stralcio dell’opera di Fëdor Dostoevskij “I Fratelli Karamazov”, la leggenda de “Il Grande Inquisitore” ( traduzione di Serena Vitale, Salani editore), preceduta da un saggio introduttivo di Gherardo Colombo dal titolo “ Il peso della libertà”. Ne parlerà, con Gherardo Colombo, Eugenio Scalfari.

Si tratta di un episodio autonomo del famoso romanzo: un racconto che si immagina scritto da Ivan, il più raffinato e scettico dei fratelli, che lo legge al più giovane Alëša. Millecinquecento anni dopo la sua morte e resurrezione, Cristo torna sulla terra a Siviglia, dove un cardinale Grande Inquisitore sta consegnando al rogo un centinaio di eretici. Il popolo riconosce il Salvatore, lo circonda, è pronto a seguirlo.  Ma il Grande Inquisitore lo fa rinchiudere in prigione e lo condanna a morte come eretico, perché secondo lui gli uomini sono incapaci di vivere secondo i comandamenti del Cristo, nell’amore e nella libertà. Cristo non risponde alla tremenda requisitoria del vecchio e potente ministro della Chiesa, ma “pianamente lo bacia”. Atterrito, il vegliardo gli aprirà le porte della prigione. L’autore si serve di questa leggenda per esprime l’idea che la libertà umana è fondata su una fede senza dogmi né gerarchie né autorità, contrapposta a una dottrina ecclesiastica che in nome del suo mandato emana editti indiscutibili e sottrae ai fedeli il libero arbitrio. Un conflitto che coinvolge tutti i popoli di tutti i tempi, oggi più che mai. Nel suo saggio, Gherardo Colombo esamina appunto la grande attualità dei temi filosofici e morali di questo scritto.

Fëdor Michajlovi? Dostoevskij (Mosca 1821 – San Pietroburgo 1881), scrittore tra i massimi dell’epoca moderna, è l’autore di opere come Il giocatore, Delitto e castigo, L’idiota, I demoni, I fratelli Karamazov, Le notti bianche, e Diario di uno scrittore. 

Gherardo Colombo, dimessosi dalla magistratura nel 2007, uno dei protagonisti di “Mani Pulite”, ha contribuito a condurre importanti inchieste sul crimine organizzato, la corruzione e la mafia. Oggi è presidente della casa editrice Garzanti. I suoi libri più recenti sono Il vizio della memoria e Sulle regole (Feltrinelli) oltre a Ameni inganni (Garzanti). Per Salani ha pubblicato con Anna Sarfatti Sei Stato tu? La Costituzione attraverso le domande dei bambini.

Serena Vitale è nata a Brindisi e vive a Milano. Ha vissuto a Mosca e a Praga, e dal 1972 insegna Lingua e Letteratura russa. E’ consulente editoriale, critico letterario, traduttrice dal ceco e dal russo. Tra i suoi libri: Il bottone di Puškin (Adelphi), La casa di ghiaccio e L’imbroglio del turbante (Mondadori). Per Salani ha pubblicato Gatti in crisi d’identità.
 

Ti potrebbero interessare…

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy