L’indecisione è una delle più grandi caratteristiche femminili, spesso tentate a scegliere tra comodità ed eleganza, oggi vi parleremo della “gonna pantaloncino“, ovvero una via di mezzo tra una gonna e un pantaloncino.

Gonna-pantaloncino di Zara“Chi bella vuole apparire, un po’ deve soffrire” citando un vecchio detto, che come ogni proverbio ha dentro molte verità, oltre che tanta saggezza. Il capo sensuale per eccellenza, simbolo di femminilità, è la gonna. Corta, aderente, lunga o svasata, rapprenta simbolicamente le donne, già dai tempi antichi.

Cambiano le forme, le applicazioni e le stampe, ma è uno di quei capi, che vengono considerati evergreen. Scoprire le gambe rappresenta un audace forma per mettersi in mostra, che sia grazie ad una gonna o ad un micro shorts, poco cambia, se non nella comodità.

Il pantaloncino offre una differente vestibilità, insieme a maggiore ampiezza di movimento, dunque nell’indecisione caratteristica della donna, molti marchi hanno dato vita alla gonna pantaloncino, che grazie a Zara è stata recentemente rispolverata.

L’effetto è quello di un classico zig zag o delle semplici curve armoniche della gonna che ingannevolmente appare retta. Varie aziende low-cost come Stradivarius, hanno deciso di seguire la nuova tendenza, che sta prendendo piede in maniera rilenta e pacata. Reperibili in varie forme e colori anche su Asos, se proprio non resistete allo shopping on-line.

Nancy Malfa

Categorie: Casual Tag: , , , .

Articolo pubblicato da
in data: