Le iniziative eco-friendly di Gucci

Gucci annuncia il lancio di un programma di iniziative eco-friendly per la progressiva riduzione dell’impatto delle attività dell’azienda sull’ambiente. Al centro di tali iniziative c’è la creazione di un nuovo packaging pensato per limitare l’impiego di materiale, realizzato esclusivamente con carta certificata FSC (Forest Stewardship Council) e riciclabile al 100%. Il nuovo packaging sarà introdotto in tutti i 284 negozi a gestione diretta di Gucci nel mondo a partire dal mese di giugno 2010.
Il nuovo packaging rappresenta non solo un ulteriore, importante passo verso una sempre maggiore responsabilità ambientale, ma rafforza e rispetta anche la tradizione e i valori storici della maison fiorentina nel percorso di avvicinamento verso i 90 anni di storia del marchio che si celebrerà nel 2011.
E’ proprio nell’ottica di coniugare passato con presente, lusso con responsabilità, che Frida Giannini, Direttore Creativo di Gucci, ha ideato il nuovo packaging.
Frida Giannini afferma infatti: “Questo progetto conferma che niente viene sacrificato in termini di creatività scegliendo materiali che rispettano l’ambiente. Il nuovo packaging è veramente bello e rimanda perfettamente ai valori del marchio e alla sua tradizione, per i quali la maison Gucci è riconosciuta e apprezzata sin da quando Guccio Gucci ha fondato l’azienda a Firenze quasi 90 anni fa. Noi tutti abbiamo una responsabilità nei confronti delle generazioni future per ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente di ciò che facciamo.”  

Impiegando una sofisticata carta di colore marrone cioccolato, le nuove shopping bag e le confezioni regalo riprendono lo storico logo GG – introdotto per la prima volta negli anni ’60 – con un effetto che ricorda l’attuale pelle Guccissima. La superficie del packaging ha una delicata rilucenza, a esaltare l’esperienza di lusso e che rimanda ai toni del concept dei negozi Gucci ideato da Frida Giannini. Il colore marrone fa da complemento perfetto al logo “GUCCI” in color oro e alla scritta “Firenze 1921”, che ricorda le origini dell’azienda, la tradizione Made in Italy e i quasi 90 anni di storia. L’indirizzo del sito web gucci.com è stato introdotto sul lato delle shopping bag con l’obiettivo di valorizzare la complementarietà tra il canale di vendita online e negozi “fisici” della maison. All’interno della shopping bag compare la scritta “This shopping bag is FSC certified and made of 100% recyclable material” (Questa shopping bag è certificata FSC e prodotta impiegando esclusivamente materiali al 100% riciclabili). Dal nuovo packaging è stata rimossa la plastica che ne ricopriva la superficie e la carta velina non è più verniciata.      

La certificazione FSC attesta che ogni albero dal quale deriva la carta impiegata per shopping bag e scatole proviene da foreste ben gestite, e che ogni passaggio della catena produttiva è in linea gli standard FSC. Gucci è leader nell’aver rispettato ogni requisito, e anche tutti i fornitori dell’azienda coinvolti nel lancio del nuovo packaging sono certificati FSC. Entro il 2010, Gucci si impegna affinché tutti gli acquisti di prodotti non riciclabili provenienti da foreste saranno certificati FSC, assicurando così che alcuna carta derivi da foreste a rischio deforestazione – incluse le foreste pluviali indonesiane, una delle zone più a rischio per deforestazione e cambiamenti climatici. Gucci prosegue inoltre nella ricerca di fibre alternative per il packaging, come shopping bag biodegradabili in mais, bambù e cotone.        
Per limitare ulteriormente l’impatto ambientale, Gucci sta razionalizzando la propria offerta di packaging, arginando eccessi e sprechi. I prodotti verranno spediti in maniera sempre più razionale dagli impianti produttivi ai negozi. Le calzature saranno impacchettate in un’unica flanella anziché due. Le confezioni regalo saranno preparate solamente se espressamente richieste. I manichini saranno rimpiazzati con una versione più “eco-friendly” ideata da Frida Giannini e realizzata in polistirene resistente agli urti – materia prima molto durevole e 100% riciclabile – totalmente Made in Italy e rifinita con vernice ad acqua.  
Patrizio di Marco, Presidente e Amministratore Delegato di Gucci, ha sottolineato: “Oggi – a ragion veduta – i marchi leader in ogni settore vengono giudicati non solo per la qualità dei prodotti e servizi offerti, ma anche in virtù delle loro relazioni con la comunità, il territorio e l’ambiente. Nel 2004 Gucci si è distinta come una delle prime realtà nel suo settore ad avviare volontariamente un processo di certificazione in materia di Responsabilità Sociale d’Impresa (SA 8000) lungo tutta la sua filiera produttiva. Lo stesso anno, Gucci ha iniziato una collaborazione con UNICEF che, nel corso degli ultimi sei anni, ha generato più di 8 milioni di dollari destinati a progetti per sostenere bambini e donne dell’Africa Sub-Sahariana. Tali iniziative sono parte del nostro sistema di valori, tanto quanto lo è, e lo deve essere, la nostra attenzione verso l’ambiente”.

Lafcadio Cortesi, Direttore della Forest Campaign per Rainforest Action Network (RAN), ha commentato: “Siamo veramente impressionati dalle azioni intraprese proattivamente da Gucci per migliorare l’impatto sull’ambiente. La decisione dell’azienda di ridurre il proprio consumo di carta e legno e rifornirsi esclusivamente di prodotti FSC Certified aiuterà a preservare le foreste indonesiane e tutte le foreste in pericolo nel mondo. Si tratta di un esempio per altre aziende nel settore del lusso.”
Nel 2004 Gucci ha iniziato volontariamente un processo di Responsabilità Sociale d’Impresa (SA 8000) per la filiera produttiva di pelletteria, calzature, abbigliamento, seta e gioielleria. La certificazione attesta i valori di eticità del business, rispetto di diritti umani e dell’ambiente, salute dei lavoratori ed eguali diritti e opportunità. Più di 400 fornitori e sub-fornitori di Gucci per tutte le categorie di prodotto sono stati educati ai temi di responsabilità sociale e più di 1.000 fornitori sono stati sottoposti a una verifica per attestare la loro conformità agli standard definiti dall’azienda. Facendo seguito al successo nel conseguimento della certificazione SA 8000, Gucci ha di recente superato una verifica preliminare (pre-audit) per ottenere la certificazione ambientale ISO 14001 entro la fine del 2010.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy