FlipFlop, per evitare un ‘fiasco da infradito’

Il caldo estivo si sta rapidamente avvicinando e i piedi ovunque sono felici di uscire finalmente dalle scarpe e di esporsi al tepore del sole. Le flip-flop, che sono ormai diventate un “must” estivo per molti, si sono ancora una volta allontanate dalla spiaggia e sono entrate a pieno diritto nelle nostre vite quotidiane. Tuttavia, scegliere il tipo sbagliato anche per queste calzature apparentemente “facili” può portare alla formazione di vesciche, a tendinite e ad altri problemi del piede. L’Associazione dei Medici Podologi Americani (APMA) raccomanda ai consumatori di fare acquisti consapevoli per evitare di cadere vittime di un “fiasco da infradito”.

“Il semplice fatto che una ciabatta infradito sia carina non significa che sia sana per i vostri piedi”, avverte la Presidente dell’APMA, la podologa Kathleen Stone. “In generale la maggior parte delle ciabattine infradito che si trovano sul mercato non dovrebbero essere portate a lungo durante la giornata. È fondamentale portarle con moderazione”.

La carenza di sostegno per il piede in una ciabatta infradito può rendere la persona che la indossa suscettibile a distorsioni alle caviglie e ai legamenti e lo scarso livello di protezione del piede può corrispondere ad una più alta probabilità di procurarsi tagli, graffi e urti alle dita dei piedi. L’elenco di cose “da fare” e “da non fare” con le ciabatte infradito redatta dall’APMA aiuterà i consumatori a non diventare nuove vittime dei problemi podiatrici causati da questo tipo di calzatura estiva:

· Sì: piegate delicatamente la ciabatta infradito afferrandone le due estremità per verificare che si pieghino bene nella zona del metatarso (le ossa al di sotto delle dita). Qualsiasi tipo di infradito non dovrebbe mai piegarsi a metà.

· Sì: cercate il Sigillo di Accettazione dell’APMA sulla calzatura. Molte aziende, come la FitFlop, hanno modelli che sono stati premiati e possono esporre questo marchio a dimostrazione del fatto che la loro calzatura fornisce l’adeguato sostegno al piede.

· No: rimettere le stesse ciabatte infradito da un anno all’altro. Ispezionare le vecchie paia per verificarne lo stato di usura: se recano evidenti segni di un utilizzo intenso, gettatele via.

· No: portare le ciabatte infradito se avete il diabete, perché la calzatura espone maggiormente il piede a tagli e ferimenti che possono provocare danni anche gravi. Scegliere invece calzature leggere che coprono e proteggono le dita.
 

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy