Tatuaggi al sole

Tatuaggi al sole….come fare?

Tatuaggi al sole....come fare? Uno studio condotto dall’istituto Clinico Humanitas di Rozzano ci spiega i pericoli.

Sono quasi 7 milioni gli italiani che hanno scelto di disegnare un tatuaggio sulla propria pelle.
Una vera e propria mania, tanto che dai mitici tribali degli inizi, oggi alcuni sono vere e proprie opere d’arte.
Quasi una mappa che parla di noi, in alcuni casi un vero e proprio racconto!
Ma come comportarsi in tempo di vacanze?

I tatuaggi non sono pero’ esenti da rischi… mai, a volte provocano bruciori, allergie ed eczemi, fino a vere problematiche della pelle.
I rischi aumentano ancora di piu’ se li esponiamo ai raggi UV.
A dirlo sono studi condotti dall’unità opertiva di ermatologia dell’istituto Clinico Humanitas di Rozzano.

A spiegarlo è il professore Marcello Monti, che intervistato dal Corriere,  mette in allerta su possibili problemi alla pelle.

Stando agli studi condotti,” i tatuaggi al sole preoccupano i medici a causa di alcuni pigmenti tossici con proprietà fotosensibilizzanti.”

In pratica, solo una parte della quantità del liquido utilizzato per realizzarli si fissa nei macrofagi ( le cellule del derma) per formare il disegno che rimarrà indelebile sulla pelle, il restante , invece, verrebbe riassorbito dalla circolazione linfatica, rimanendo così imprigionato “a vita” nel nostro organismo.

I piu’ delicati sono quelli a tinte forti, come il nero , il blu elettrico ed i rossi intensi, perchè attraggono maggiormente i raggi del sole, che, non potendo disperdersi surriscaldano la cute, facendola soffrire.

Il consiglio? Coprire la parte tatuata, con bende o fasce, soprattutto nelle ore piu’ calde della giornata, ovvero tra le 11 e le 16.

Il vero nemico resta il rischio tumore della pelle, anche perchè le macchioline scure di allarme spesso si confondono con il colore stesso del tatuaggio e non vengono notate subito.
Anche qui il consiglio è rivolgersi ad un dermatologo appena notate qualcosa di anomalo sulla pelle, oppure al rientro, anche solo come controllo scrupoloso non sarebbe male fissare una visita dal medico.

Esistono poi creme appositamente studiate per proteggere ulteriormente le zone tatuate, ce ne sono differenti sul mercato e possono essere acquistate direttamente nei centri di bellezza e salute e nelle farmacie.

Prestare qualche attenzione in piu’ deve essere la regola in estate.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy