Mangiamo il pesce fresco

Approfittiamo dell’Estate per mangiare pesce fresco

Il pesce fresco fa bene! Che sia nelle pescherie, al mercato, oppure in un ristorantino non ha importanza. Basta mangiarne il più possibile.

E’ tempo d’estate e anche se il sole è un po’ capriccioso, c’è la crisi economica e i soldi per andare in vacanza sono pochi, un po’ di riposo fa bene a tutti.

Allora approfittiamo di questi giorni di caldo e di ferie, per goderci un po’ di mare e di sole. Ma non solo. Infatti nei luoghi di villeggiatura vicini alla costa, è più facile trovare del buon pesce fresco, magari appena pescato. Che sia nelle pescherie, al mercato, oppure in un ristorantino non ha importanza. Basta mangiarne il più possibile. Infatti, consumare regolarmente pesce come il salmone, il tonno e la trota, aiuta a mantenere in forma a lungo termine la memoria.

Lo rivela una ricerca condotta dagli esperti della Tufts University di Medford a San Diego nel corso del congresso Experimental Biology 2014. Gli scienziati americani hanno studiato per due anni le condizioni della mente e l’alimentazione quotidiana di un gruppo di novecento persone di oltre settanta anni di età. in questo modo hanno scoperto che quanti, di abitudine, avevano consumato almeno tre etti alla settimana di pesce ricco di acidi grassi polinsaturi, come il tonno, il salmone e la trota, erano anche le persone che, nei due anni di studio, avevano conservato la mente e la memoria nelle migliori condizioni.

E visto che fa bene, ecco una ricette semplice semplice: Spaghetti tonno e pinoli:
Ingredienti:
Gr 400 di spaghetti, gr 300 di tonno sott’olio, gr 40 di pinoli, 2 filetti di acciuga sott’olio, 1 spicchio d’aglio, 1 ciuffo di prezzemolo, olio extravergine di oliva, sale, pepe, la scorza di mezzo limone grattugiata.
Preparazione:
Tostate appena i pinoli in una padella per qualche minuto. In un’altra capiente padella mettete a soffriggere lo spicchio d’aglio tritato con 2 cucchiai di olio e prima che comincia a prendere colore, aggiungete il tonno sgocciolato dell’olio di conservazione, i pinoli tostati e le acciughe spezzettate; mescolate per bene e lasciate insaporire, a fuoco basso, per un paio di minuti. Lessate la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolatela al dente, versatela nella padella con il condimento preparato, mescolate aggiungendo un mestolino di acqua di cottura della pasta, insaporite con il prezzemolo tritato e la scorza di limone grattugiata. Completate con un filo di olio extravergine di oliva crudo e una spolverata di pepe e servite subito in tavola.
Di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy