Sfilata Gucci - MFW -ss2015

La donna Gucci sfila decisa sulle passerelle di Milano e svela un PE 2015 intrigante

Libera, eccentrica, ironica e dannatamente sexy. La donna Gucci per la prossima primavera estate 2015 riscopre il gusto di scegliere dal guardaroba in totale libertà.

Libera, eccentrica, ironica e dannatamente sexy. La donna Gucci per la prossima primavera estate 2015 riscopre il gusto di scegliere dal guardaroba in totale libertà.
I suoi outfit devono piacere a lei prima che agli altri. Possono essere super scollati o totalmente abbottonati, resi bon ton da un foulard o da collane, ma è solo lei a decidere come indossarli.

E’ una donna chic, sofisticata e decisa a calcare le passerelle della settimana della Moda di Milano.
Frida Giannini scommette sulla carta vincente della Classe, quella vera, e conquista con gusto e sartorialità.
Protagonisti sotto i riflettori anche gli accessori, tanto che la Maison svela la nuova versione della Jackie Soft. Il secchiello e la messenger bag in due misure, pensata con maxi tracolla in canvas. Per le occasioni importanti si puo’ optare per il prezioso modello in coccodrillo.
Una collezione che si caratterizza per linee asciutte e geometriche, ma attenzione, sono reinventate da in interventi di suede, denim, pelle, ricami effetto sangallo, dettagli marina.
Dalla tinta unita alle stampe dal sapore esotico questi capi piacciono, sono sfacciatamente intriganti.
Per il giorno gli abiti sono mini o accostati al corpo e lunghi fino al ginocchio, con spacco centrale.
Tinta unita, stampati, con impunture o dettagli marina, non dimenticano le scollature importanti.
In primo piano anche gli occhiali, da diva, con lenti tonde o a goccia su una montatura tartaruga.

I pantaloni? Gucci li pensa bianchi oppure in denim, a vita bassa, larghi e con grande risvolto al polpaccio.
Giacche, tench e giacchini, invece, giocano con i dettagli, in particolare i bottoni, importanti e preziosi, per regalare un tocco di magia in piu’.

Per la sera? La donna Gucci si trasforma e diventa romantica e sensuale allo stesso tempo.
Come per le passate collezioni l’abito corto con sofisticati ricami sostituisce quello lungo da gransera.
La vena irriverente lascia spazio a un atteggiamento più poetico negli abiti cocktail caratterizzati da stampe tenui impreziosite da micro ricami dal gusto couture e di sapore orientale.
Ideale l’abbinamento con i preziosi sndali in cuoio o pitone.

Bianco, verde, blu, arancione, bordeaux. Tinta unita o insieme sulle stampe, è la palette che dominerà nel suo guardaroba.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…