Una collezione informale e discreta per Bottega Veneta

Sfilata: Per la prossima primavera, Bottega Veneta presenta una collezione disinvolta, informale e raffinatamente discreta.

Per la prossima primavera, Bottega Veneta presenta una collezione disinvolta, informale e raffinatamente discreta.
La palette, neutra e fresca, spazia dal chiaro allo scuro, nei toni bianco latte e panna, fieno, quercia, gradazioni di titanio e blu-nero. Le figure sono ampie e casual, la silhouette si restringe seguendo i movimenti del corpo per rifletterne la linea e l’attitudine. Il taglio sartoriale, delicato ed impercettibilmente intricato, pervade parte della collezione, rendendo le giacche morbide come cardigan, e i pantaloni leggiadri e fluidi.
Le superfici sono ariose e leggere, rese quasi immateriali attraverso traforature, buchi, lavorazioni a maglia, tessiture
aperte e allentate. I materiali utilizzati spaziano da suede, pelle, cotone e lino, fino a jersey, viscosa, seta, metallo e poliestere. Compaiono anche decori esclusivi, inediti nell’esecuzione e nell’aspetto.
Le borse sono informali e discrete: cross-body, tracolle e borse con manici sono in pelle, canvas, ed inedite combinazioni di intrecci e pellami. Le forme sono imprecise, rifinite con una cura artigianale che svela la sua sensibilità più naif. Le scarpe svelano un duplice fascino: i sandali ultra piatti sono caratterizzati da un design audace e importante, mentre i modelli con tacchi alti e sottili, hanno una qualità quasi evanescente e lasciano il piede nudo.
I gioielli, in contrasto con la nonchalance degli abiti, sono preziosi e complessi: ogni pezzo è una meraviglia della tecnica e un trionfo della tradizione. I più spettacolari sono in filigrana e hanno cammei di pietra lavica intagliati a mano da artigiani localizzati nei dintorni di Napoli, dove l’arte dell’intaglio del cammeo fu praticata per la prima volta dagli antichi romani. Questi cammei di pietra lavica, più scuri e meno comuni rispetto a quelli ottenuti dalle conchiglie, sono incastonati nell’argento sterling brunito.
“Abbiamo iniziato la progettazione di questa collezione partendo dal concetto di facilità”, spiega il direttore creativo Tomas Maier. “Cosa vuole indossare una donna tutti i giorni? Può essere qualcosa di casual e al tempo stesso iper sofisticato? È un modo diverso di vestire, in cui i dettagli più importanti sono spesso i meno ovvi”.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy