Who*s Who - f/w 2014/15 - moda donna

Geometrie pittoriche per maglia, cappotti e abito di lana di Who*s Who

Arte e Moda: un sodalizio intramontabile, che quest’inverno ha ispirato la collezione di Who*s Who. Abiti in maglia, mantelle e maglioni d'avanguardia.

Lo sfondo una stazione, luogo dove tutto parte, dove tutto ha inzio, e dove i minuti scandiscono anche la fusione tra arte e moda.
Un sodalizio intramontabile, che quest’inverno ha ispirato la collezione di Who*s Who. Abiti in maglia, mantelle e maglioni si colorano di geometrie pittoriche d’avanguardia.

Un concetto unicho che l’atelier di Sonia Delaunay, la visionaria artista che ha introdotto un concetto nuovo di pittura astratta e, a partire dagli anni ’20, l’ha vissuto e l’ha traslato nell’ambito del frame moda.

E’ ai concetti di colore puro, frammentazione e geometrizzazione delle forme che fa riferimento la collezione FW 14-15 di Who*s Who: la maglieria, indiscussa protagonista, diventa portavoce della contaminazione geometrica, per capi ultra contemporanei dalla sorprendente intensità cromatica.
L’inverno 2014 è un tributo all’arte, un nuovo pegno d’amore tra la contemporaneità e l’innovazione del passato, chE si rinnova anche quest’anno grazie agli abiti di Who*s Who.

Who*s Who - f/w 2014/15 - moda donna
L’omaggio all’artista diventa ancora più dichiarato nelle stampe del suo animale feticcio, la tigre, che colorano il retro di caldi cardigan a cappa o si stagliano sullo sfondo scuro di dolcevita e longuette dall’animo rigoroso.

Ma in tutta la Black collection si respira l’aria intrisa d’arte dello studio pittorico di Sonia Delaunay.
La visione bidimensionale dell’artista e la sua continua geometrizzazione delle forme sono il punto di partenza  per le stampe che caratterizzano la collezione.
Frammentare e sezionare ogni elemento geometrico è il diktat ricorrente: si parte da figure semplici come il rombo o l’ottagono per inscrivere al loro interno micro sezioni cromatiche.

Le stampe assumono una simmetria rigorosa mossa solo dall’uso del colore:  soggetti naturali, come quelli di carattere floreale, vengono sintetizzati in contundenti schegge, quasi a riflettere uno specchio frantumato.

Differenti tipologie di punti muovono i cappotti dalla linea a  redingote, mentre audaci drappeggi modellano le maglie come pepli, mettendo rivelando scolli profondi sulla schiena .
Le paillettes, applicate su capi dalle linee a scatola, creano giochi di positivo negativo, in un rincorrersi  di alternanze cromatiche.
È una donna dalla sensualità decisa, che svela la propria femminilità mediante silhouette slanciate e strategicamente equilibrate. Abiti e gonne avvolgono la figura fino al ginocchio, abbinandosi a piccole giacche percorse da zip e micro nervature.

Who*s Who - f/w 2014/15 - moda donna

I cappotti rappresentano i key pieces della collezione:  dal design avvolgente e rassicurante, sono personalizzati da dettagli di maglia e giochi d’intarsi multicolor, illuminati da rifiniture in raso a contrasto cromatico o impreziositi da da locks metallici, orgoglioso trademark del brand.

Il capitonné delle vecchie poltrone di cuoio che arredano i salotti d’arte diventa modulo per le impunture che corrono su giacche, pantaloni e gonne: borchie effetto diamante decorano pelle e jersey.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ti potrebbero interessare…

Rihanna ha indossato un outfit Maison Margiela Artisanal disegnato appositamente per lei da John Galliano.

Met Gala 2018: tra moda e religione, chi ha vestito chi?

L’edizione 2018 del Met Gala, tra moda e religione, è stata un successo. Tra abiti eccentrici, aureole, tiare e corone, fosse anche di spine, le protagoniste hanno scelto di stupire.
Strascichi, lunghissimi, che hanno solcato red carpet e scalinata del Met in lungo e in largo. Scopriamo i look.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy