La colazione

La colazione ha l’oro in bocca, sfruttiamola al meglio

La colazione è il pasto più importante della giornata, quello che ci deve dare l'energia giusta per affrontare le nostre giornate e che, soprattutto, ci deve saziare (ma non appesantire) fino all'ora di pranzo.

Il mattino ha l’oro in bocca, soprattutto se impariamo a sfruttare al massimo le opportunità di una buona colazione.
Sappiamo bene che la colazione è il pasto più importante della giornata, quello che ci deve dare l’energia giusta per affrontare le nostre giornate e che, soprattutto, ci deve saziare (ma non appesantire) fino all’ora di pranzo.

Ecco 5 semplici stratagemmi per beneficiare con gusto e salute del momento sacro della prima colazione.

Mangiare subito
Secondo gli esperti di alimentazione, mangiare entro un’ora dal risveglio accelera il metabolismo e rispetta i ritmi circadiani del fisico. La routine ideale prevede un bicchiere di acqua tiepida con 1 limone spremuto da bere subito al risveglio. Attendere circa 15/20 minuti, giusto il tempo per farsi la doccia, e proseguire con la nostra colazione.

Almeno 8 grammi di fibra
E’ la dose ideale per saziarci rimanendo in salute. La fibra non solo aiuta la motilità intestinale, ma evita anche quel pericoloso languorino di metà mattina che può guidarci verso scelte alimentari sbagliate come snack e merendine. La fibra ideale per la colazione non è certo la brioches integrale! Scegliamo i cereali: quinoa, fiocchi d’avena o di mais, a voi la scelta. L’importante è che siano al naturale, senza zuccheri aggiunti. Li possiamo gustare con dello yogurt magro o yogurt greco assieme a della frutta fresca spezzettata e una manciata di noci tritate. Gusto, benessere e oltre 12 grammi di fibra, non male vero?

Viva le proteine, abbasso gli zuccheri
Molti di noi sono istintivamente portati a scegliere alimenti dolci per la prima colazione. Esiste la convinzione che lo zucchero apporti energia. In realtà l’unica cosa che apporta è un picco di glicemia con relativa iperattività del nostro povero pancreas, che si vede costretto a rilasciare più insulina del normale per contrastare l’iperglicemia in atto. Ma non è finita! L’ipersecrezione di insulina abbassa bruscamente la glicemia e ci lascia uno spiacevole senso… di fame. Proprio così  l’energia rilasciata dagli zuccheri semplici si brucia in fretta e crea solo squilibri. Molto meglio i cereali con latte di soia, lo yogurt o anche una versione light del breakfast anglosassone con albumi strapazzati e pane integrale tostato.

Attenzione alle porzioni
Si è vero, dobbiamo sostenerci fino al pranzo, ma questo non significa che dobbiamo rimpinzarci di cibo a colazione. Prepariamo porzioni che non superino le 350 calorie.

Fare sempre colazione
Saltare i pasti non è mai una buona decisione, ma se è la colazione che decidiamo di saltare allora la decisione è davvero pessima! Mangiare in modo sano al mattino dà il senso di sazietà che soddisfa e ci tiene alla larga da cibi ‘pericolosi’, perché più siamo sazi e meno calorie extra siamo portati ad ingerire durante il giorno.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy