Bottega Veneta darà il suo sostegno ad un innovativo progetto sociale ed economico chiamato Cooperativa Montana Femminile. Il progetto, avviato dalla Comunità Montana, dalla Regione Veneto e dalla Provincia di Vicenza insieme a Bottega Veneta quale risposta concreta all’alto tasso di disoccupazione femminile delle valli dell’Alto Astico e di Posina, prevede la creazione di un laboratorio artigianale per la lavorazione della pelle, gestito da e per le donne della regione.

“Crediamo che questo  sia un impegno molto importante, con benefici per tutte le persone coinvolte”, dichiara Marco Bizzarri, Presidente e Amministratore Delegato di Bottega Veneta. “La cooperativa crea significative opportunità di lavoro in una zona dove il tasso di disoccupazione femminile ha raggiunto quasi il 90%. Poiché la lavorazione della pelle è una delle tradizioni della regione Veneto, la formazione che ogni socia riceve da Bottega Veneta le fornirà preziose competenze per tutta la vita.

L’espansione della forza lavoro artigianale e specializzata in Veneto è di grande importanza per la crescita di Bottega Veneta, che fa del legame con il territorio veneto, e del Made in Italy in generale, un punto fondamentale della propria strategia. Siamo entusiasti e ottimisti per questa nuova iniziativa”.

La Cooperativa Montana Femminile è situata nel centro del paese di Arsiero, nel cuore del Veneto, ed è composta da 18 donne di età compresa tra i 20 e i 58 anni. Ognuna di loro ha precedenti esperienze nel lavoro della pelle e dei tessuti, e hanno tutte ricevuto una formazione aggiuntiva da parte dei maestri artigiani di Bottega Veneta. La cooperativa è specializzata nell’intreccio infilato, una particolare tecnica utilizzata per la realizzazione, ad esempio, della borsa Veneta.

Gli stipendi sono pagati dalla cooperativa e le socie dividono poi i profitti della cooperativa stessa. Il piano è di far crescere l’impresa fino a una dimensione massima di 32 persone entro Aprile 2011.

E’ in corso di finalizzazione il processo di certificazione della Cooperativa Montana Femminile come “Laboratorio di Artigianato Artistico”. La Cooperativa Montana Femminile diventerà così il primo laboratorio con un obiettivo sia sociale che artigianale. In linea con l’impegno che da lungo tempo vede Bottega Veneta sostenere il principio delle condizioni di lavoro favorevoli, l’ambiente della Cooperativa Femminile Montana è sicuro e sano, con orari flessibili e situato in una comoda posizione centrale. I piani per il futuro prevedono la formazione di un’altra cooperativa a Pedemonte, località situata nella stessa area geografica.

“Questa è un’iniziativa importante ed emozionante, che Bottega Veneta è orgogliosa di supportare”, conferma Tomas Maier, Direttore Creativo di Bottega Veneta. “Il legame del brand con la regione Veneto è molto forte. Un progetto di tale natura sostiene le fondamenta economiche a lungo termine della comunità permettendo al tempo stesso di preservare e sviluppare le tradizioni che hanno storicamente contraddistinto il Veneto. La Cooperativa Montana Femminile deve essere vista anche come un investimento di Bottega Veneta nel lavoro artigianale, che è il cuore del nostro marchio, e nell’importanza fondamentale del Made in Italy. Bottega Veneta è lieta di far parte di questa iniziativa ambiziosa e socialmente impegnata, e intenzionata a sostenerne il successo e l’espansione futura”.

Categorie: Fashion News Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: