Umbras…le ombre di Silvio Betterelli

Si intitola Umbras, che il lingua sarda significa Ombre, ed

La collezione di Silvio Betterelli per la primavera estate 2011 gioca con le ombre.
Si intitola Umbras, che il lingua sarda significa Ombre, ed è legata al chiaro scuro, al bozzetto e al disegno, ai giochi di luci ed ombre.

Una sorta di trompe l’œil grafico, un gioco di illusioni ottiche.

La palette cromatica spazia dai bianchi, alle tonalità del grigio, per diventare poi verde acqua, verde salvia, smeraldo, fino a raggiungere la profondità dei neri.
In collezione, regalano punti di luce improvvisi, i laminati stampati, i giochi dei traslucidi e i metallizzati.

Il sughero, insieme all’acqua, è l’elemento naturale, inequivocabile riferimento alla sua isola, attorno alla quale in modo più o meno concettuale ruotano le sue ricerche.

Il sughero utilizzato come materia pura nelle maxi cinture bustier, diventa pattern e texture sulle stampe nei vari pesi di seta.

Altro elemento naturale in collezione sono le pietre: lavica, agata verde, ametista, quarzo, amazzonite; che con i loro colori e le loro texture sottolineano i contrasti dei chiari scuri, incorniciando drappeggi e costruzioni.

I tessuti di collezione sono i freschi di lana, le sete e i cotoni.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy