Arrivederci Maestro Sarli

E’ piena di bianco e di emozione, la sfilata di Fausto Sarli ad AltaRoma. Ad aprire, Maria Carla Boscono, giovane modella romana.

E’ piena di bianco e di emozione, la sfilata di Fausto Sarli ad AltaRoma. Ad aprire, Maria Carla Boscono, giovane modella romana, con una grande responsabilità: consegnare al pubblico la prima sfilata dopo la morte del Maestro.

Trenta abiti con una geometria priva di rigidezza, in cui le forme si flettono, diventano ali o lunghi petali. Si raccolgono sulle spalle e diventano mantelle leggere legate agli abiti o ai pants. Pochi sono i capi colorati di blu intenso, di turchese o di rosso corallo.

C’è il richiamo al suo mare, profondo e colorato, ma prevale il bianco, il candore. L’unica modella in nero scende drammatica ed intensa in passerella. La linea dritta e perfetta dell’abito, nasconde lunghe ali buie. Riparte l’emozione, la stessa che ci aveva colto all’inizio, con il video sul maestro. Le sue prime sfilate, le copertine, le sue donne, Eva, Carlà, Gina e tante altre.

Maria Carla esce di nuovo, è l’ultimo abito, candido anche questo e con una lunga onda sul davanti. Forse quella che l’ha portato via. Arrivederci Maestro.

Annamaria Di Fabio

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy