Tony Ward Haute Couture traduce in abiti la seduzione

La nuova Collezione S/S 2011 firmata Tony Ward Haute Couture traduce in abiti la seduzione, la levit

Abiti dalle forme geometriche che come per magia fluttuano sinuosamente. Tagli rigorosi e perfetti, che rievocano le architetture metropolitane e scolpiscono il corpo costruendo armonie di intensa femminilità.

La nuova Collezione S/S 2011 firmata Tony Ward Haute Couture traduce in abiti la seduzione, la levità, la fluidità delle strutture architettoniche, innescando nuove modalità di fruizione dello spazio e dello stile.
Nelle creazioni dello stilista italo-libanese vive un profondo intreccio – poetico, semiotico, estetico – tra i singoli capi e la città. Una trama che si esprime nelle linee degli abiti, intesamente evocativi come un luogo dove il gusto sperimenta l’atmosfera del tempo, come zona di incrocio tra culture e tensioni, come spazio fisico e metaforico entro cui la città acquisisce il suo senso.

La passerella di Tony Ward diventa un palcoscenico su cui gli abiti della Collezione, come dive fascinosce, si animano e danno vita al corpo impreziosendolo con ricami, pietre, swarovski e perle pregiate, simbolo di eleganza senza tempo reinterpretate dallo stilista in chiave contemporanea. Sono proprio le perle, alternate a pietre e cristalli, la novità della Collezione S/S 2011 proposta da Tony Ward: splendenti bagliori o semplici gioielli, lo stilista le ha scelte nel segno della più ricercata e preziosa artigianalità, per strutturare, definire ed arricchire gli abiti e i capospalla.

Nascono così “giacche-accessorio” uniche che esaltano le rifiniture e gli orli fino a farli  diventareelementi stilistici distintivi della Maison.

Una Collezione all’insegna del beige, grigio, greige e rosa, alternati ai classici bianco e nero. Nuance che risplendono grazie a giochi di luce utilizzati per rendere ancora più preziose e ricercate stoffe impalpabili come lo chiffon tagliato a laser, il tulle e l’organza.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…