Dopo il successo della scorsa stagione, OVS industry presenta la nuova campagna pubblicitaria primavera-estate 2011. Il leit motiv è ancora la realtà quotidiana colta dall’obbiettivo attento di Scott Schuman tramite i gesti e le espressioni di persone diverse per età, professione, attitudine e notorietà.

Nuova location, Roma, con le sue icone inconfondibili, e nuovo lo stile con cui il noto blogger/fotografo americano ha scelto di ritrarre i protagonisti della campagna estiva OVS industry: non in posa, ma in situazioni informali mentre interagiscono con persone e ambienti. Attraverso la poetica dello snap shot e dello scatto rubato, Scott Schuman riesce infatti a dare pieno rilievo alla naturalezza e all’autenticità delle immagini.

La campagna mischia personaggi come Francesca Neri, Petra Magoni, Christiane Filangeri, Gianni Boncompagni, Gad Lerner, Oliviero Toscani, Veruska, Achille Bonito Oliva, Davide Oldani, Eleonora Abbagnato, Paulo von Vacano, Camillo e Chicca Olivetti, Gianluigi Cimmino con  persone “comuni” ma mai banali, con il proprio stile e gusto. Insieme compongono un ritratto collettivo che rappresenta l’essenza stessa della filosofia OVS industry, un brand democratico, in continua evoluzione.

La moda attraverso gli scatti di Scott Schuman diventa trasversale nel target e nelle proposte ed esprime in modo chiaro e inequivocabile lo spirito "inclusivo" di OVS industry.

Continua, anche con questa campagna, l’impegno sociale di OVS industry con la prosecuzione delle azioni a sostegno di Save the Children, la più grande organizzazione internazionale indipendente che lavora per migliorare concretamente la vita dei bambini in Italia e nel mondo. Grazie ad OVS industry e alla generosità dei suoi clienti e dei testimonial delle due campagne, in pochi mesi sono stati raccolti oltre 650mila euro e realizzati quattro reparti maternità in Mozambico. Altri rilevanti progetti sono previsti per questo nuovo anno in cui la collaborazione con STC continua.
 

Categorie: Fashion News Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: