Salewa acquisisce Pomoca ( azienda svizzera specializzata nella produzione di pelli per lo sci alpinismo) e riconferma una posizione di primo piano nel mondo degli sport alpini.

L’azienda di Bolzano e Pomoca hanno in comune una lunga tradizione di conduzione familiare delle rispettive imprese, elemento di successo per chi vive la montagna come passione prima ancora che sotto il profilo professionale. L’annuncio dell’acquisizione del marchio elvetico, è avvenuta durante ISPO, la fiera internazionale dell’articolo sportivo a Monaco.

Un momento importante per il gruppo con sede a Bolzano, titolare dei marchi SALEWA, DYNAFIT e SILVRETTA, che ha chiuso l’esercizio 2010 con un aumento del fatturato pari al 9%.

L’accordo prevede che la famiglia Dufour resti a capo della direzione aziendale di Pomoca, e il brand sarà considerato come una business unit autonoma in Svizzera, con l’obiettivo di creare in questo Paese un "centro di eccellenza" che abbia come punto di forza lo sviluppo e la produzione di pelli conto terzi. L’operazione coniuga le estese competenze specialistiche interne di Pomoca, che da anni è un partner di DYNAFIT, alla consolidata esperienza nel mondo degli sport alpini e alle capacità di distribuzione internazionale del gruppo SALEWA. Ciò rappresenta un evidente segnale della volontà di garantire, in misura ancora più profonda e incisiva, gli aspetti fondamentali legati allo scialpinismo come sicurezza, fiducia e affidabilità.

“Chiudiamo il 2010 con i migliori risultati della storia dell’azienda – afferma soddisfatto Heiner Oberrauch, presidente del gruppo O beralp-SALEWA durante la conferenza stampa di Monaco – un risultato che non sarebbe mai stato possibile raggiungere senza un efficace lavoro di squadra di tutte le persone del gruppo". Ovviamente, oltre al chiaro approccio incentrato sulle esigenze delle persone, anche i numeri hanno la loro importanza, come ha dimostrato l’esercizio 2010. Nonostante le difficoltà che hanno caratterizzato i mercati finanziari e le vendite del comparto outdoor, il gruppo ha chiuso il 2010 con un organico di circa 650 dipendenti a livello mondiale e un fatturato di 165 milioni di euro, superando del 9% il risultato dell’anno precedente.

Al momento, a Bolzano si lavora al nuovo quartier generale europeo del gruppo SALEWA, che con i suoi 50 metri di altezza, rappresenta il “simbolo” di uno sviluppo sano e sostenibile dello sport alpino. Al presidente Oberrauch, ma anche a tutti i dirigenti dell’azienda bolzanina, sta particolarmente a cuore il principio di “Rispetto e Sostenibilità”, una responsabilità vissuta e praticata, che SALEWA si è assunta con grande impegno e dedizione, e che già in questa fase è risultata una scelta vincente, grazie alla certificazione "Work&Life" conferita da CasaClima proprio in questi giorni alla nuova sede SALEWA in base a una serie di criteri tecnici e strategici per quan to concerne i tre ambiti della sostenibilità: natura, vita sotto il profilo socio-culturale e trasparenza economica. Atleti, collaboratori, fornitori, partner e clienti di SALEWA hanno interpretato la nuova sede come una conferma del fatto che un marchio moderno può essere gestito senza perdere i propri legami con il territorio, con un chiaro orientamento al futuro. Un futuro che continuerà a riferirsi ai valori di sempre, come vuole la natura stessa del marchio: potenziale innovativo e vantaggi per l’alpinista, rispetto e sostenibilità nei confronti della natura e dell’ambiente, fiducia e responsabilità nei confronti dei clienti, dei collaboratori, dei fornitori e dei partner.

Categorie: Fashion News Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: