segretaria troppo sexy?

6 errori di stile che possono bloccare una promozione sul lavoro

Troppo sexy o troppo casual? Sono solo due delle 6 maggiori motivazioni che ostacolano o addirittura bloccano le promozioni sul lavoro per le donne.

Vestiti, scarpe, borse e trucco per noi donne sono un biglietto da visita nel privato, con gli amici ma anche sul posto di lavoro, eppure ci sono stili ed outfit che possono addirittura bloccare una promozione.

Fate bene il vostro lavoro, portate valore aggiunto al team e siete sempre pronte a fare gioco di squadra, eppure non avete ricevuto nessuna promozione negli ultimi anni.

Il vostro successo (o insuccesso) lavorativo potrebbe non dipendere esclusivamente dalle vostre competenze ma essere proprio un problema di stile. Recenti ricerche hanno evidenziato che molti manager prendono molto in considerazione l’apparenza nel momento di decidere a chi dare un avanzamento di carriera.

Certo, in un mondo perfetto basta essere brave per salire la scala che porta al successo ma nel mondo reale non basta, perché l’apparenza conta, parecchio.

I fattori più penalizzanti?
In base alle analisi condotte da 2000 responsabili delle risorse umane di CareerBuilder le percentuali possono essere sintetizzate in 9 punti chiave con le percentuali di probabilità in meno di avere la tanto ambita promozione:

  • 44% chi indossa abiti troppo sexy;
  • 43% chi indossa abiti stropicciati e poco curati;
  • 32% chi indossa abiti troppo casual, forse più adatti al tempo libero che non sul posto di lavoro;
  • 27% chi ha costantemente l’alito cattivo;
  • 21% chi utilizza troppo profumo;
  • 15% chi utilizza troppo make up.

Come vestirsi dunque per andare al lavoro? Quale stile deve avere una donna che tutte le mattine deve andare in ufficio?
Non è semplice definirlo, ognuna ha il suo look e la sua personalità, di fatto rimane il detto “Less is more” che diciamolo, non guasta mai (almeno… visti i tempi…), anche se ogni persona, nei limiti del decoro, dovrebbe essere libera di potersi vestire come meglio si sente.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy