Il viaggio della etno-addict per Gattinoni

Per il prossimo Autunno-Inverno la it-girl Gattinoni vestir

Se nella collezione precedente Gattinoni aveva interpretato la viaggiatrice luxury addict, in continuo movimento tra Milano, Parigi. Londra, New York, nella passata sfilata ad Alta Moda Roma ha voluto raccontare il bisogno della ricerca di un nuovo misticismo e di valori unitari, per il prossimo autunno inverno 2011/12 è tempo di Back to nature: il viaggio della etno-addict.

La donna rappresentata da Guillermo Mariotto, direttore creativo della maison Gattinoni,ama le pagine indimenticabili de La mia Africa di Karen Blixen, si perde nelle malie dei colori delle colline Ngong nei pressi di Nairobi, è la protagonista di un viaggio alle radici della civiltà fra natura e cultura, ancestralità e artificio: ecco la etno-addict di Gattinoni. I colori dell’Africa, dei suoi paesaggi, selvaggi, incontaminati, rigorosi. Le ritualità tribali, le magie, i suoni danno vita al glamour selvaggio.

Per il prossimo Autunno-Inverno la it-girl Gattinoni vestirà un guardaroba dallo spirito fauve e into the wild, pervaso dalla nostalgia dei Sixties.

La collezione Prêt-à-Porter Autunno-Inverno 2011-2012 racconta quindi l’incontro ideale tra le atmosfere tribali e il raffinato bon-ton anni ’60.  Ecco giacche dal taglio maschile in panno di cachemire realizzate con gioco di intarsi e di applicazioni di perle e cristalli: si indossano rigorosamente sotto cappotti in tricottina diagonale dall’effetto velvet e con maglie lurex. Si abbinano a gonne in panno ricamato dall’effetto tatoo o a pantaloni dalla linea slim o palazzo. Le ritualità tribali rivivono attraverso gli intarsi su tubini dall’allure impeccabile. Segnali del new-luxe. Satin e georgette dalla stampa ad effetto coriandolo per gli abiti dalla linea a trapezio arricchiti da budellini sartoriali. Vera esplosione di colori. Arma vincente contro le uggiose giornate della prossima stagione fredda.

Irrompono nella collezione seducenti mini-dress impreziositi da ricami gioiello, come piercing di tribale memoria. Perfetti per un cocktail alle falde del Kilimangiaro. Si indossano sotto piumini in seta con colli scultura plissè, absolut black.  Per la sera lunghi abiti, che accompagnano la silhouette in un tripudio di vermiglio pizzo macramè. Così come lo stile impero arricchito da lunghe e sensuali frange di organza rigorosamente rubate alla couture.

La collezione predilige l’ocra della Savana, il blu night del cielo di Nairobi, il rosso Masai, il senape, il terracotta, il cipria, il viola, il cioccolato, l’avorio e il nero.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy