il primo giorno del 72° Film Festival di Venezia

Seduzione pura alla Mostra del Cinema di Venezia

Al lido il primo giorno del 72° Film Festival di Venezia apre con un film che fa riflettere ed un Red Carpet griffatissimo.

Al via la Mostra del Cinema di Venezia. Abiti spettacolari, gioielli importanti e make up curati nei minimi dettagli strappano di rito i flash dei fotografi e conquistano l’attenzione del grande pubblico.
Il fascino della laguna si sprigiona nei servizi televisivi di tutto il globo e attira l’attenzione del mondo su una delle kermesse cinematografica più attese dell’anno.
L’inizio della mostra cinematografica, l’adrenalina della nuova edizione ed il primo film proiettato in sala sono sempre un mix vincente.
Al lido il primo giorno del 72° Film Festival di Venezia apre con un film che fa riflettere perchè capace di scavare a fondo le passioni fino a far emergere il delicato equilibrio dei rapporti umani.
La storia di quest’anno inizia con una spettacolare avventura in alta quota ed è il racconto di una spedizione di alpinisti sul tetto del mondo.
Un’avventura che nel 1996 provocò la morte di 8 persone; di 8 uomini affascinati dal mito dall’Everest e spinti dall’amore per la montagna ma anche dalla sfida con se stessi e dall’ambizione di arrivare sulla vetta ambita.
Una tragica avventura, una delle imprese più difficili in alta quota, viene rappresentata in tutti i suoi aspetti, dalla preparazione alla scalata fino allo fino al ritorno a casa, alla vita, alla ricerca di normalità.Paz Vega---Jury-Photocall

Il film del regista islandese Baltazar Kormakurfa fa riflettere con le sue immagini spettacolari e i suoi dialoghi,  l’ ascesa non è solo la lotta con la montagna è anche una sfida a livello interiore.
Un sottile equilibrio dove i legami umani possono rompersi perchè l’istinto di sopravvivenza è un terribile nemico e , da solo, può cancellare ogni legame e regola.
Al pohotocall e alla conferenza il cast di quest’avventura ha negli occhi il rispetto di chi, dopo aver sfidato “l’inferno di ghiaccio” non dimentica il riserbo dei sopravvissuti.

Ma torniamo ai vestiti e ai brand di moda che hanno realizzato le creazioni da mille e una notte indossate dalle Star sul Red Carpet.

Elisa Sednaoui, Madrina del Festival, ha indossato un abito bustier multistrato in garza di seta ceadon interamente ricamato con jais, paillettes e cristalli, della collezione Giorgio Armani Privé.

Per Nastassja Kinski un meraviglioso abito in chiffon rosso con dettagli in velluto e inserti di cristallo di Alberta Ferretti.
Sempre di Alberta Ferretti l’abito esclusivo in seta con una stampa indossato da Fiammetta Cicogna e quello nero in lana e seta con motivi floreali di Clotilde Courau.

Total look di Salvatore Ferragamo per Jake Gyllenhaal e Paz Vega.
Classico e moderno, l’abito nero di Alessandro Preziosi e Saverio Costanzo griffato Armani.

Divina la top model brasiliana Alessandra Ambrosio con i gioielli della Maison Pasquale Bruni e l’abito di Philosophy di Lorenzo Serafini.
Per l’affascinante Alessandra i gioielli della collezione Giardini Segreti, preziosi dedicati ai giardini segreti di Milano, alla romantica magia della loro storia e naturale bellezza.

Sempre di Lorenzo Serafini anche gli abiti scelti da Negin Mirsalehi e Malika Ayane.

Anche Sara Cavazza Facchini, direttore artistico di Genny, e il marito Mathias Facchini sono stati protagonisti sul red carpet della 72ma Mostra del Cinema di Venezia in occasione di Everest.
Per la première Sara Cavazza ha indossato un lungo abito firmato Genny, in tessuto fil coupe dal disegno geometrico, che avvolgeva la siluette rendendola preziosa, con profonda scollatura resa gioiello da un ricamo a mano in cabochon di swarowrki. Un dress in un sofisticato color oro e bianco e completato da un sabot con fibbia oro e da una clutch in metallo e plexiglas trasparente e da una clutch nella stessa nuance: un total look capace di riassumere lo stile ricco di classe e di fascino tipico della maison.

Infine l’attrice Emily Watson ha indossato orecchini e bracciale in platino e diamanti della nuova collezione Tiffany Victoria.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy