Nella passata collezione Ermanno Scervino ha vestito una donna elegante, che abbina comode cappe con doppio collo in vernice, e si protegge dal freddo con mantelle con frange in camoscio.
Per il giorno lo stilista ha proposto piumini in matellassé degradé abbinabili a balze in mongolia a dettagli in vernice.

Sulla passerella, invece, per questo autunno – inverno 2011/12 ha portato un glam innato. Rock nell’anima.

Total look in maglia tessuto, gonne sotto al ginocchio. Maxy per i cappotti, mini bags colorate, catene con charms, sandali e low boot stringati con platform vertiginoso.

Seventies flashback…Linee asciutte per i cappotti e cappe double.
Principe di Galles, pied de poule, vigogna, chevron, occhio di pernice e tweed illuminati da lurex oro, rame, argento.

Il cammello, il nuovo nero, elegante, suadente come i grigi per le vigogne; il chiaro, il medio e l’antracite.
Il bianco vintage per i double e le pellicce pregiate; il persiano, il visone e le volpi mutazione. Gli accenti che illuminano; arancio, borgogna, okra e blue klein.

Gli indispensabili: il maxy cappotto decostruito a strascico, in vigogna, in maglia, in double, la tunica diritta affilata con scolli geometrici, la tuta con cintura in vita, il pantalone bell bottom. Tante le allacciature sul dietro e la blusa in seta leggera con nodo a cravatta.

Irrinunciabile e di ricerca l’ecofur, in maglia leggera sfrangiata per colli, cappucci, bordi, manicotti e accessori.

E’ nata la nuova era della eco pelliccia in puro tricot.

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 11/12 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: