Dismaland ingresso

Dismaland, il parco divertimenti che fa il verso a Disneyland

Fuori dai soliti canoni del mondo fatato, Dismaland è un parco a tema in stile Bansky, che fa il verso ai ben più famosi parchi Disneyland della Disney.

Siamo tutti cresciuti con i fumetti ed i cartoni animati della Disney. Paladini della giustizia, animali parlanti, principesse bellissime dai lunghi capelli fatati, insieme ad improbabili streghe, personaggi cattivi e antagonisti ai buoni. Quello che sappiamo con certezza è che da questi capolavori senza tempo, sono nati vari parchi tematici volti al divertimento per i più piccoli e non, i classici Disneyland.

Quanti di voi hanno sognato di entrare nel magico mondo di Disneyland almeno una volta, tra scenari fatati, personaggi dei fumetti a grandezza naturale (o anche di più) e giostre pazzesche, al limite naturale della fantasia?

Se per Dismaland avete in mente una struttura simile a quella originale, vi sbagliate di grosso, si tratta esattamente di riproporre l’effetto opposto. Creato dall’artista inglese Banksy, l’intera organizzazione rimarrà in piedi fino al 27 settembre, nonostante il successo acquisito nell’ultimo mese.

Criticato su più fronti, il progetto Dismaland ritrae già dall’ingresso un vecchio castello malandato con una statua della Sirenetta dai lineamenti discontinui. Barche affondate, relitti vari e Cenerentola raffigurata a testa in giù dopo un incidente in carrozza. Uno sfondo bianco con buco anonimo per il selfie, affiancato da una panchina dove una signora viene travolta da piccioni e gabbiani.

Una scadente ruota panoramica, un’orca assassina che esce fuori da un water per tuffarsi in un cerchio minuscolo e addetti ai lavori poco sorridenti e annoiati, queste sono solo alcune delle attrazioni di Dismaland, un’idea geniale, controcorrente che sta facendo il giro del mondo.

Costruito quasi di nascosto (se si può nascondere un parco divertimenti), facendo credere a cittadini e turisti di Weston-super-Mare, a sud di Bristol (Inghilterra), che si stesse costruendo un set cinematografico per un thriller hollywoodiano intitolato Grey Fox, Dismaland ha lasciato tutti di stucco, come del resto sembra sia la mission del misterioso, nonchè famosissimo, artista da strada Bansky, da sempre in lotta contro il consumismo e le grandi corporazioni.

Dismaland è una parodia del mondo della Disney, è un gioco di parole tra Disneyland e l’aggettivo dismal, ovvero osceno, fosco, mediocre e il parco sarà la vetrina per i migliori artisti del momento secondo Banksy, ovviamente.

Nancy Malfa

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy