ATELIER Les Copains presenta: ZHANG HUAN

Atelier Les Copains rende omaggio all’artista cinese Zhang Huan

#Arte: Zhang Huan - la mostra presso Atelier Les Copains in via Manzoni a Milano - 25 settembre al 12 novembre 2015 una suggestione artistica unica.

Il corpo come strumento di indagine fisica ed emozionale, suggestive performance teatrali, oriente e occidente che si incontrano, tutto questo è la mostra “ZHANG HUAN” allestita negli spazi di Atelier Les Copains.
Uno spazio multidisciplinare che vuole fungere da richiamo ed eco per l realtà artistica e culturale contemporanea, un luogo dedicato alle più innovative tendenze dell’arte.
Un laboratorio dove confrontare esperienze e valorizzare la creatività, un gioiello di 150 metri nel cuore del quadrilatero della moda, in via Manzoni 21.
ATELIER Les Copains presenta: ZHANG HUAN
Fra le opere presentate negli spazi di Atelier Les Copains, “My Rome” un ciclo dove l’artista concettuale cinese ZHANG HUAN (n. An Yang 1965) si confronta con le antichità di Roma e del suo millenario patrimonio culturale, nell’importante complesso statuario dei marmi capitolini presso i musei vaticani.

La mostra “ZHANG HUAN” scava in profondità, nella sequenza fotografica l’azione di Huan, posizionato tra le statue, dà vita a una lenta improvvisazione corporea che richiama le tradizionali tecniche del Tai Ji Quan; e così, i 30 performer coinvolti diventano materiale umano in movimento per la costruzione di una gigantesca scultura vivente che prende forma sopra un tavolo ligneo.

L’intensa fisicità della scena, pregna di rimandi alla cultura e alla sensibilità orientali, si mescola alla storia millenaria di Roma e alla marmorea bellezza dei calchi antichi, in un’ideale babele organica figlia della contemporaneità.

Artista di fama internazionale, dopo un’educazione classica in pittura all’Accademia di belle arti di Pechino, agli inizi degli anni Novanta ha preso parte alla scena avanguardista dell’ ‘east village’ della città, dedicandosi all’arte della performance come pratica artistica radicale.
Nella poetica di Zhang Huan il corpo diventa strumento di indagine fisica ed emozionale, attraverso articolate e suggestive performance di matrice teatrale, in cui l’artista fa emergere sia l’aspetto rituale e metaforico che l’aspetto filosofico orientale a cui è fortemente legato.

Non resta che lascarsi sedurre da questa retrospettiva, realizzata in collaborazione con Galleria Pack Milano, che vuole rendere omaggio al suo lavoro di ricerca e di riflessione sui temi dell’identità culturale e del rapporto tra Oriente ed Occidente.

Zhang Huan
Dal 25 settembre al 12 novembre 2015
Opening: 25 settembre
Ore 18.30-21.30
A cura di Chiara Guidi

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy