Sfila la storia di Dolce & Gabbana

Dolce e Gabbana innovano se stessi, vanno contro la tendenza dominante alla base delle sfilate stesse ovvero, con la storia.

Se per l’inverno 2010/11 Dolce & Gabbana ha voluto fare nella sfilata un inno alla Sicilia: pizzi e merletti, seta e chiffon, velluto e tessuto di maglia che conquista anche le borse a mano, il tutto in un’esplosione di femminilità mediterranea, per il prossimo autunno inverno 2011/12 ha scelto di raccontare la sua storia.

Dolce e Gabbana innovano se stessi, vanno contro la tendenza dominante alla base delle sfilate stesse ovvero, anziché presentare grandi novità, portano in passerella la loro storia. I due stilisti decidono di ripercorrere i loro ultimi 25 anni e presentare anche ai giovani quanto i giovani di oggi non hanno potuto vedere.

E così sfila una donna che rappresenta le migliori creazioni della moda maschile firmata Dolce e Gabbana, ma trasportata nel mondo femminile. In realtà ogni singolo capo è stato poi rivisitato e declinato con gli occhi di oggi, in chiave contemporanea ma Stefano e Dolce hanno deciso di presentare la loro vera essenza seppur sperimentandola. Stampe in abiti svolazzanti, animalier, tailleur, pizzi e paillettes. Una collezione che vuole essere inno al presente.

La palette dei colori spazia dal nero, grigio, bianco, giallo, rosa, azzurro, oro e argento.
 

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy