Con l’arrivo dell’autunno (ma soprattutto dell’inverno) uno dei capi di abbigliamento femminile che non può mancare nel guardaroba di una donna (e comunque nemmeno di un uomo ndr), è il capospalla, chiamato anche cappotto.

Ma si chiama capospalla o cappotto? Quale è la differenza? Se c’è una differenza.

Capospalla o cappotto?

Il capospalla è per definizione, nella lingua italiana, un capo d’abbigliamento fornito di spalle, tra i quali rientrano cappotto, tailleur, soprabito e paletot per l’abbigliamento donna, e vestito, giacca, soprabito, paletot o cappotto per l’abbigliamento uomo.

Possiamo quindi affermare senza errore che quando parliamo di capospalla e di cappotto, parliamo praticamente dello stesso capo d’abbigliamento, con la sola differenza che il primo è una sorta di macrocategoria che comprende anche altri tipi di abiti “forniti di spalle”.

La proposta per l’autunno/inverno 2015/16

Per il periodo freddo che si appresta a palesarsi nei prossimi mesi, abbiamo selezionato le proposte donna autunno/inverno di Hydrogen, Moorer, Minimal To, Jan Mayen e Malloni, per uno stile glamour e sporty-chic.

A queste proposte si aggiunge lo stile elegante e metropolitano dei cappotti di Parronchi Cashmere con un modello black&white con stampa geometrica e dal taglio lineare. Un piccolo gioiello in lana, cashmere e lycra, arricchito da un collo in pelliccia nero, dall’estremo confort e passpartout ideale per un look urban chic!

Completano la proposta due modelli a contrasto, bianco il primo, marrone spigato il secondo, dallo stile british.

 

Categorie: Abbigliamento Donna Tag: , .

Articolo pubblicato da
in data: