Alberto Zambelli - f/w 2015/16

A cosa non rinuncio? A una collezione tranquilla, parola di Alberto Zambelli

Alberto Zambelli dopo svariate esperienze e collaborazioni che lo vedono dividersi fra Milano, Tokyo e Shanghai, debutta nel 2013 con la sua omonima collezione.

Alberto Zambelli dopo svariate esperienze e collaborazioni che lo vedono dividersi fra Milano, Tokyo e Shanghai, debutta nel 2013 con la sua omonima collezione. Il focus delle sue creazioni esprime una donna dai tratti sofisticati ed eleganti contraddistinti da una grande ricerca di materiali, pulizie di linee e da un rigore sartoriale. Per chi non avesse ancora avuto modo di apprezzare le sue proposte potrà scoprire la sua storia e la collezione Autunno/Inverno 2015/16 in questa nuova intervista concessa a sfilate.it
In 10 domande vi sveliamo questo giovane designer che si caratterizza per un particolare talento nel rendere l’universo femminile un po’speciale, ma assolutamente reale e contemporaneo.
Di FRANCO LORENZON
1 QUANDO HAI MOSSO I PRIMI PASSI NELLA MODA?
Da adolescente frequentando un istituto di moda e mi divertivo a confezionare dei capi su misura per gli amici.

2 COM’È L’UNIVERSO CREATIVO DI ALBERTO ZAMBELLI?
Un caleidoscopio di culture diverse che s’incontrano in un mondo ideale.

3 PER QUALE TIPO DI DONNA È PENSATO?
Contemporanea – femminile – sofisticata

4 DOVE TROVI L’ISPIRAZIONE?
Da un’immagine che mi attrae, che sia una foto, un’opera d’arte, un film o un oggetto.

5 QUALI SONO LE TENDENZE DI QUESTO PERIODO CHE PREFERISCI?
Non amo seguire tendenze particolari ma abbinare capi daily con abiti iper eleganti, per dare vita ad un mix moderno.

6 CI DAI TRE CONSIGLI DI STILE VALIDI SEMPRE?
1- Sentirsi a proprio agio nell’abito che s’indossa.
2- Osare molto di più nell’accessorio piuttosto che nel capo.
3- Camicia bianca, tubino nero e pantalone da uomo sono must da non dimenticare mai.

7 QUANDO NON LAVORI COME TRASCORRI IL TUO TEMPO?
Amo i mercati di antiquariato e godermi in tranquillità, magari davanti ad un buon libro, la mia casa sul lago.

8 QUAL È IL TUO PRIMO RICORDO EMOZIONANTE LEGATO ALLA TUA PROFESSIONE?
In primis il mio esame all’istituto Marangoni di Milano. E poi il mio primo giorno di lavoro come assistente stilista.

9 LE TUE PASSIONI?
L’arte, la musica e il cinema

10 A COSA NON RINUNCI?
Ad una colazione tranquilla prima di intraprendere un’impegnativa giornata di lavoro.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy