Il Diavolo veste Prada

Amate la moda? Ecco 10 film imperdibili

Tra moda e cinema c'è sempre stato un rapporto molto stretto e in alcuni casi, la moda stessa è al centro del film e della storia.

Tra moda e cinema c’è sempre stato un rapporto molto stretto e fruttuoso, gli abiti, il trucco degli attori e delle attrici, viene studiato nei minimi particolari da stilisti e make up artist, ma in alcuni casi, la moda stessa è al centro del film e della storia.

Ecco una lista di 10 film che chiunque si dichiari amante della moda dovrebbe guardare:

  1. Il Diavolo veste Prada (The Devil Wears Prada) è un film del 2006 diretto da David Frankel.
    Unico, inimitabile ed insuperabile. Una Anne Hathaway bellissima e una Meryl Streep da Oscar: un cast azzeccatissimo per un film capolavoro. Abiti bellissimi e realtà allo stato puro sono i due pilastri portanti. La verità, anche i lati più spiacevoli del fashion system, sono presentati al pubblico senza mezze misure e filtri, in un’ambientazione davvero unica;
  2. Zoolander è un film del 2001 scritto, diretto e interpretato da Ben Stiller. Protagonisti della sfilata di Valentino alla Parigi Fashion Week 2015, Ben Stiller e Owen Wilson non sono solo quei due squinternati che hanno sfilato su quella fantastica passerella. Sono Derek Zoolander e Hansen, due modelli rivali che a colpi di moda e stile si dichiarano battaglia sulle passerelle del mondo;
  3. I Love Shopping (Confessions of a Shopaholic) è un film del 2009 diretto da P. J. Hogan, ispirato ai romanzi I Love Shopping e I love shopping a New York di Sophie Kinsella. In alcuni casi però l’amore per la moda può diventare qualcosa di estremamente pericoloso e quasi patologico. Ne sa qualcosa Rebecca, la protagonista del film: I Love Shopping. Rebecca Bloomwood (Isla Fisher), aspirante giornalista di moda e shopper compulsiva, viene assunta, per uno strano scherzo del destino, da Luke Brandon (Hugh Dancy), capo di una rivista di economia, e si trova così a dover dare consigli ai lettori su come risparmiare i propri soldi. A poco a poco, aiutata anche dalla sua migliore amica Suze (Krysten Ritter), Becky riuscirà a rimettere ordine nella sua vita, a trovare l’amore e a coronare i suoi sogni. P.J.Hogan, regista del famoso film Il Matrimonio Del Mio Migliore Amico, fa centro ancora una volta regalando al pubblico con una commedia romantica brillante e coloratissima; a differenza di tutti quei film che ci raccontano il mondo del fashion con grande distacco, parlandone con toni quasi reverenziali, il regista crea un eccentrico microcosmo attorno alla protagonista fatto di colori ed eccessi che si contrappone al grigiore e al rigore della sempre meravigliosa New York;
  4. Coco avant Chanel – L’amore prima del mito (Coco avant Chanel) è un film biografico del 2009 diretto da Anne Fontaine, con protagonista Audrey Tautou. Il film ha incassato mondialmente $50.813.834. La vita di Coco Chanel ripercorsa e mostrata al mondo nuda e cruda da Anne Fontaine. Emozioni e consapevolezza del lavoro e della sofferenza subita da un’artista decisa a cambiare il mondo della moda. Una vera e propria rivoluzione artistica;
  5. Yves Saint Laurent è un film biografico del 2014 diretto da Jalil Lespert sulla vita del noto stilista francese. Un film particolare, uno di quelli che o lo ami o lo odi. Il genio di Yves Saint Laurent è messo a nudo dalla regia di Jelil Laspert. Fra droga, promiscuità e innovazione, questo artista francese ha creato un’idea di donna innovativa, proponendo look audaci e azzardati;
  6. Appunti di viaggio su moda e città (Aufzeichnungen zu Kleidern und Städten) è un film documentario del 1989 scritto e diretto da Wim Wenders. Commissionato a Wenders dal Centre Pompidou di Parigi, è un documentario sui generis che racconta, passo dopo passo, la carriera dello stilista giapponese Yohji Yamamoto, tra Tokyo e Parigi. Non una semplice intervista, bensì un’indagine sul processo creativo dell’uomo, indagato attraverso tecniche cinematografiche multiformi, dalla telecamera portatile video 8 alla camera da presa.
  7. Cenerentola a Parigi (Funny Face) è un film musicale del 1957, diretto da Stanley Donen e interpretato da Audrey Hepburn e Fred Astaire. C’è una rivista di moda, c’è una direttrice carismatica, c’è una giovane (e inarrivabile) it-girl. Qualora vi servisse un’altra motivazione per aggiungere Cenerentola a Parigi (Stanley Donen, 1957) alla vostra lista di film da guardare, c’è anche una storia d’amore. Ah, e i protagonisti sono Audrey Hepburn e Fred Astaire, non avete scuse.
  8. The September Issue è un documentario di R.J. Cutler del 2009. Le telecamere di R.J. Cutler hanno seguito per mesi la direttrice di Vogue US, la celeberrima Anna ‘Ice Woman’ Wintour, durante le settimane della moda di New York, Parigi, Londra e Milano e durante i suoi numerosi impegni di lavoro. Il documentario, che ha ottenuto nel 2009 il primo premio al Sundance Film Festival, oltre ad essere un omaggio al meraviglioso mondo dell’alta moda, ci mostra in maniera assolutamente fedele cosa succede ‘dietro le quinte’. Il titolo del documentario, non a caso, si riferisce infatti al “numero di settembre” di Vogue, considerato il numero più importante dell’anno perché, come dice anche Candy Pratts Price, executive fashion director della rivista, “September is January in fashion”. Interviste, sfilate, servizi fotografici e molto altro ancora, in uno dei documentari sulla moda più belli di sempre!
  9. Top Model per caso (Head Over Heels) è un film commedia romantica del 2001 diretto da Mark Waters, con Monica Potter. Amanda Pierce (Monica Potter), restauratrice di quadri in un museo, ha appena scoperto che il suo ragazzo la tradisce ed è alla disperata ricerca di un nuovo posto in cui vivere. Un annuncio sul giornale la condurrà in un meraviglioso appartamento e lei finirà per diventare la coinquilina di ben quattro modelle fuori di testa, Jade, Roxana, Candi e Holly, che la conduranno nel folle mondo della moda. A completare il quadro, l’incontro con Jim Winston (Freddie Prinze Jr.), un uomo misterioso e affascinante, e il coinvolgimento in uno strano omicidio… Un film leggero, senza tante pretese, che prende in giro senza ritegno la moda e i suoi ‘servi’, una commedia romantica perfetta per il sabato pomeriggio o per una serata tra ragazze a base di gelato e battaglie coi cuscini.
  10. Factory Girl è un film del 2006 diretto da George Hickenlooper. Il regista ha scandagliato un ricco materiale di archivio per raccontare l’ascesa e il declino di una donna simbolo della contro-cultura americana, Edie Sedgwick. Il film narra la storia di Edie Sedgwick, interpretata da Sienna Miller, modella e attrice simbolo delle contro-culture anni Sessanta. Il film ha fatto infuriare sia Bob Dylan che Lou Reed, ma questo non è certo un buon motivo per non guardarlo.

di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy