Nel videoclip del singolo “Parole in circolo” tratto dall’album “Le cose che non ho” (pubblicato il 4 dicembre scorso), il cantautore Marco Mengoni si è esibito indossando un completo Z Zegna.

Il videoclip del brano che sta facendo impazzire i fan della star di Ronciglione (Viterbo), è stato realizzato da Niccolò Celaia e Antonio Usbergo per Younuts, e riprende il racconto interrotto nel video del singolo precedente “Ti ho voluto bene veramente”, quando Margo Mengoni, arrivato in un piccolo centro abitato, trovava rifugio nella camera di un motel.

Il video attuale è stato concepito come fosse il secondo capitolo della storia, che in pratica diventa un piccolo cortometraggio.

Testo della canzone “Parole in circolo” di Marco Mengoni

Credo che ognuno abbia il suo modo di star bene
In questo mondo che ci ha intossicato l’anima
E devi crederci per coltivare un sogno
Su questa terra spaventosamente arida
Io l’ho vista sai la vita degli illusi
Con le loro dosi di avidità e superbia
Che per combatterli ti giuro basta poco
Devi interdirli con un po’ di gentilezza
Un’alluvione mi ha forgiato nel carattere
Però il sorriso dei miei mi ha fatto crescere
Se qualche volta ho anche perso la testa
Però l’amore mi ha cambiato l’esistenza
Quante cose fai che ti perdi in un attimo?
Quanti amici hai che se chiami rispondono?
Quanti sbagli fai prima di ammettere che hai torto?
Quanti gesti fai per cambiare in meglio il mondo?

Libero, libero, libero, mi sento libero
Canto di tutto quello che mi ha dato un brivido
Odio e ti amo e poi amo e ti odio
Finchè ti sento nell’anima non c’è pericolo
Dicono che è un’altra ottica, se resti in bilico
Dicono che più si complica, più il fato è ciclico
Dicono, dicono, dicono parole in circolo
Parole in circolo

Credo che ognuno abbia una strada da percorrere
Ma può succedere che non ci sia un arrivo
E quanti piedi che s’incroceranno andando
Ma solo un paio avranno il tuo stesso cammino
Ne conosco gente che sta ancora in viaggio
E non si è mai chiesta in fondo quale sia la meta
Sarà che forse dentro sono un po’ re Magio
E cerco anche in cielo una stella cometa
Una passione mi ha cambiato nella testa
Ma sono un sognatore con i piedi a terra
Cerco di trarre da ogni storia un’esperienza
E di sorridere battendo la tristezza
Quante cose fai che ti perdi in un attimo?
Quanti amici hai che se chiami rispondono?
Quanti sbagli fai prima di ammettere che hai torto?
Quanti gesti fai per cambiare in meglio il mondo?

Libero, libero, libero, mi sento libero

Canto di tutto quello che mi ha dato un brivido
Odio e ti amo e poi amo e ti odio
Finchè ti sento nell’anima non c’è pericolo
Dicono che è un’altra ottica, se resti in bilico
Dicono che più si complica, più il fato è ciclico
Dicono, dicono, dicono parole in circolo
Parole in circolo

Libero, libero, libero, mi sento libero
Canto di tutto quello che mi ha dato un brivido
Odio e ti amo e poi amo e ti odio
Finchè ti sento nell’anima non c’è pericolo
Dicono che è un’altra ottica, se resti in bilico
Dicono che più si complica, più il fato è ciclico
Dicono, dicono, dicono parole in circolo
Parole in circolo

Libero, libero, libero, mi sento libero
Canto di tutto quello che mi ha dato un brivido
Odio e ti amo e poi amo e ti odio
Finchè ti sento nell’anima non c’è pericolo
Dicono che è un’altra ottica, se resti in bilico
Dicono che più si complica, più il fato è ciclico
Dicono, dicono, dicono parole in circolo
Parole in circolo

Categorie: Curiosità Tag: , .

Articolo pubblicato da
in data: