Continua l’impegno di Deborah Milano per il sociale

Da sempre vicina alle donne e attenta alle loro esigenze, la mission di Deborah Milano

Da sempre vicina alle donne e attenta alle loro esigenze, la mission di Deborah Milano è quella di rendere la bellezza accessibile. Da qui il desiderio di avvicinarsi ad una realtà come quella della Fondazione Pangea Onlus, un’organizzazione no profit il cui obiettivo è quello di fornire un percorso di riscatto economico e sociale alle donne.

Come Deborah Milano, anche Pangea Onlus guarda all’universo femminile, poiché, come affermano gli esperti del settore “le donne sono un moltiplicatore di benessere e pensano prima di tutto alle loro famiglie e a chi gli sta vicino”: da qui il messaggio “la vita riparte da una Donna”.

A partire dal 2011 Deborah Milano affiancherà la Fondazione Pangea Onlus nel progetto “Percorsi di autonomia per le donne di Koppal”, un progetto triennale di microcredito a sostegno delle donne del distretto di Koppal, una regione povera e semiarida nello stato indiano del Karnataka.

La Fondazione Pangea Onlus è un’organizzazione no profit che dal 2002 lavora per fornire condizioni di sviluppo economico e sociale delle donne attraverso progetti di microcredito. L’obiettivo è quello di offrire un percorso di riscatto economico e sociale alle donne che favorisca la loro integrazione e la loro partecipazione attiva all’interno della comunità di appartenenza.

Situato nella regione povera e semiarida dello stato indiano del Karnataka, il distretto di Koppal è un esempio di una situazione che accomuna tutta l’India, ovvero una realtà in cui le differenze di casta e di genere pesano ulteriormente su chi è povero, lasciando spesso poca speranza di riscatto per il futuro.

Dal 2006 Pangea opera in collaborazione con l’ONG Sampark con l’obiettivo di migliorare la situazione economica e sociale delle donne di casta bassa e fuori casta dei villaggi, offrendo loro un’istruzione e un’educazione igienico-sanitaria, nonché una formazione professionale e imprenditoriale.

L’intervento mira, inoltre, ad avviare e consolidare la formazione di federazioni tra i gruppi di risparmio che fanno microcredito tra loro, affinché possano emanciparsi dagli aiuti delle ong e trovino una loro autonomia finanziaria attraverso la costituzione di cooperative di risparmio e credito, legalmente riconosciute: i dati ad oggi ottenuti parlano di 1528 donne coinvolte e di un microcredito concesso a 9 federazioni su 11.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy