Dieta antinfiammatoria

Dieta antinfiammatoria: magre ed in salute!

#Salute: cosa mangiare per essere sane e belle. I cibi possono aiutarci a prevenire acciacchi e malanni di stagione.

Ormai la ricerca medica evidenzia una correlazione molto stretta fra l’insorgenza di numerose patologie e stati infiammatori che appaiono nel nostro organismo, spesso legati a cattivi abitudini alimentari.
Ecco dunque delle semplici regole da seguire per eliminare gli stati infiammatori, depurarci e perdere qualche chilo.

NO AI GRASSI: Attenzione alle preparazioni industriali e ai cibi dove sono presenti grassi idrogenati, come margarina e strutto, additivi, dolcificanti e materie prime non certificate.

DIMINUIAMO GLI ZUCCHERI ARTIFICIALI: Il classico cornetto che prendiamo al bar o la merendina confezionata, sono una trappola dal punto di vista alimentare, perché pieni di zuccheri artificiali. Meglio preparare a casa una crostata o un plumcake per la colazione o per la merenda e magari usare del fruttosio al posto dello zucchero bianco.

SI’ AGLI ANTIBIOTICI NATURALI: Cerchiamo di curare il nostro corpo, quando accusiamo lievi malori come un raffreddore, con gli antibiotici naturali. La cipolla ad esempio, ottima nell’insalata o nelle zuppe, insieme all’aglio, rappresentano degli autentici antibiotico in grado di combattere i processi infiammatori e rafforzare il sistema immunitario.

DIMINUIAMO LE FARINE BIANCHE: Scegliamo prodotti integrali ottenuti con farine poco raffinate. Secondo alcune ricerche, l’aumento di allergie e intolleranze ha una correlazione proprio con la scarsa qualità delle farine utilizzate per pane e pasta. Facciamo attenzione e leggiamo sempre le etichette.

DEPURIAMOCI AL MATTINO: Appena sveglie coccoliamoci con delle tisane, del tè verde o dei centrifugati colmi di buona frutta e verdura.
Queste semplici abitudini aiutano la corretta idratazione, reintegrano vitamine e sali minerali e favoriscono la depurazione contribuendo all’eliminazione delle tossine.

NO ALLE BIBITE INDUSTRIALI: Anche se bere un succo di frutta ci dona una sensazione di benessere, in realtà la frutta vera contenuta nella “bottiglietta” è ben poca.Tanto è invece lo zucchero. Gli effetti positivi del mirtillo ad esempio, sono presenti solo quando assumiamo il frutto fresco: i succhi in bottiglia non contengono gli stessi principi nutritivi. Preferiamo allora frullati freschi fatti in casa dolcificati con un po’ di miele o del fruttosio.

SI’ ALLE SPEZIE: Le spezie come la curcuma e lo zenzero sono ricche di antiossidanti e contribuisco ad eliminare gli stati infiammatori del nostro organismo. Inoltre, dando sapere al piatto, ci aiutano a diminuire il sale.

Di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy