Amitie Sans Frontiere a Tokyo

Amitie Sans Frontiere: da Monaco al Giappone per aiutare gli altri

Amitie Sans Frontiere, l'associazione monegasca impegnata a raccogliere fondi per i bambini siriani rifugiati in Giordani, ha aperto la prima sede in Giappone.

Amitie Sans Frontiere, l’associazione monegasca impegnata a raccogliere fondi per i bambini siriani rifugiati in Giordani, ha aperto la prima sede in Giappone.
Nei giorni scorsi si è tenuto all’Hotel Shangrila di Tokio un evento charity,  che ha visto il sostegno dell’Ambasciatore italiano Domenico Giorgi e la consorte, un’asta a scopo benefico per un sofisticato parterre di ospiti per aggiudicarsi i regali provenienti dall’Italia, aziende portate da Cristina Egger, gioielli, accessori, cravatte e foulard di seta oltre ad un week end nella splendida toscana, per la raccolta fondi per i piccoli rifugiati siriani in Giordania.


Sono stati battuti i foulard e le cravatte di seta di Mantero di Como, un prezioso gioiello “rubato al mare” di Marina Corazziari, un cofanetto limited edition di HM Make Up donato da Luciano Carino e Alberto Capurro, un paio di scarpe di Renee Caovilla, un prezioso ciondolo della serie Amore di Pasquale Bruni, le borse in pelle da uomo di Alberto Guardiani, una Tshirt del brand Prince Tees firmata dal Principe Emanuele di Savoia al fortunato che se l’è aggiudicata, tre paia di scarpe iconiche e scintillanti di pelle, seta e Swarovsky ….per sognare… donate da Duccio Venturi Bottier ed infine il dono più intrigante, un romantico week end donato da Artimino Resort, un invito a scoprire il fascino della terra toscana fra vini, cibo, storia, arte e le grandi vallate piene di fiori e fragranze.

Non solo brand di moda e aziende, al suo fianco Cristina Egger ha voluto Emanuele di Savoia, oggetto di investitura da parte del Bayerische Militar Order, che ha tenuto un discorso pubblico per illustrare la sua famiglia e per sottolineare i 150 anni di amicizia tra Italia e Giappone.
Parole importanti espresse con naturalezza e garbo, Emanuele infatti ha dimostrato , nella sua trasferta nipponica, di essere una persona garbata e impegnata, fiduciosa nel futuro.

Emanuele Filiberto di Savoia

La festa di Tokyo è stato un momento per diffondere l’eleganza, con i suoi codici, i simbolismi, le sue dietrologie, proprio come se fosse un dictat, una filosofia da capire e in cui immergersi per ritrovarsi arricchiti, effettua una selezione di brand per rendere omaggio alla cultura Italiana, il Fashion, i gioielli e gli accessori italiani, il fascino della terra Toscana di Artimino Resort, dunque l’alto Artigianato come icona di approfondimento culturale per suggerire il concetto di solidarietà verso i bimbi siriani attraverso la moda Italia che, in questi tempi, non è mai stata meno superficiale.

Speriamo in altre iniziative, finalizzate ad aiutare il prossimo, che prendano spunto da questa festa ben riuscita.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy