Chirurgia estetica

Chirurgia estetica: come prepararsi all’estate

Per concludere, da qualche mese abbiamo rivisto in pubblico il suo grande amico Fabrizio Corona. Da medico estetico che interventi farebbe su di lui per rimetterlo in sesto?

Siamo in primavera e dunque non dimentichiamoci che la nostra pelle e i nostri capelli tra qualche mese subiranno le aggressioni di sole, mare e salsedine riportando fastidiosi danni estetici. Per fortuna c’è il medico estetico più conteso e richiesto dai vip, il dottor Giacomo Urtis.

Dott. Urtis, quali sono gli “interventi” estetici di punta di questo periodo, in cui si comincia ad esporsi di nuovo al sole dopo l’inverno?
Per primo sto trattando il problema delle macchie scure sulla pelle, il cosiddetto melasma che colpisce soprattutto le donne con inestetismi sulla fronte, guance, area dei baffetti. Capita perché ci si protegge male dai raggi del sole. In questo caso agisco con un trattamento a laser frazionato o ndyag. In alternativa posso effettuare dei peeling che inibiscono l’azione dei tirosinasi, quegli elementi cioè che rendono il colore della pelle non uniforme. Quindi il trattamento si può completare con creme depigmentanti.

Passiamo agli altri problemi dell’esposizione a questo sole primaverile…
C’è da combattere la secchezza cutanea con la pelle che tende a diventare asfittica, con i pori dilatati, per colpa del collagene che si è asciugato. In questo caso intervengo con iniezioni di mixobotox che contengono oltre alla normale fisiologica elementi importanti come la vitamina e le proteine degli aminoacidi più ovviamente un po’ di botox.

Poi in primavera come in autunno, ritorna il problema della caduta dei capelli…
Esatto e in questo caso voglio annunciare di aver creato un nuovo protocollo per ottenere un infoltimento dei capelli ancora più efficace. Si tratta delle iniezioni di plasma estratto dal sangue del paziente stesso e ri-iniettato nel cuoio capelluto che grazie alle piastrine attiva il fattore di crescita. Ma questo era già un metodo collaudato così ho aggiunto fattori di crescita sintetica come l’aminoxidil o le molecole di latanoprost, le stesse di cui si parla tanto negli ultimi tempi perché sono anche in grado di far crescere le ciglia. A queste si aggiunge il gel con finasteride che grazie alle nuove soluzioni non comporta più la fastidiosa controindicazione della disfunzione erettile e quindi è una bella novità per gli uomini.

Lei che è sempre all’avanguardia in fatto di medicina e chirurgia estetica, ci può parlare dei nuovi trend in fatto di bellezza?
Posso dirvi che sto per effettuare quella che io chiamo la mastoplastica del week-end. Si tratta di una mastoplastica molto light che grazie a micropunture consente di aumentare la misura del seno di una taglia ma che dura solo una settimana. E’ ideale per chi vorrebbe vedersi il seno aumentato di poco ma è indecisa. In questo modo può fare una prova, capire come si trova ed eventualmente decidere per un intervento meno temporaneo. Poi ultimamente va molto di moda il lifting al sopracciglio perché piace l’occhio tirato all’insù. Inoltre è sempre gettonatissimo il sollevamento del gluteo che oggi riesco a fare con una tecnica che dà risultati favolosi, mai visti prima.

Ci può spiegare?
Mentre prima il gluteo veniva sollevato principalmente con l’uso dell’acido ialuronico e soluzione fisiologica, ora abbiamo arricchito con acido ialuronico o grasso del paziente più una serie di altri macroelementi. Questa nuova tecnica l’ho battezzata ialuronic wet e ci permette di dare al gluteo la forma migliore, proprio quella richiesta dal paziente e non una a caso.

Per concludere, da qualche mese abbiamo rivisto in pubblico il suo grande amico Fabrizio Corona. Da medico estetico che interventi farebbe su di lui per rimetterlo in sesto?
Ma niente di che perché Fabrizio è uscito dal carcere più bello di prima. Si vede che non tutti i mali vengono per nuocere! A parte gli scherzi, gli ho subito fornito delle creme idratanti anti-età e in particolare una crema filler per il viso perché ho trovato che il suo volto fosse un pochino smagrito.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy