Spesso i capelli si dimostrano capricciosi, lanciando le donne in preda a crisi esistenziali. Irrequieti e totalmente ribelli, soprattutto se si parla di splendide chiome da leonessa.

Dopo anni di piastre liscianti che al massimo permettevano delle onde sulle lunghezze, con l’arrivo della primavera rinascono vecchie tendenze come quella dei capelli ricci. Oggi vi sveleremo qualche segreto per tentare di contrastare l’inevitabile effetto crespo ed avere dei boccoli perfetti.

La prima regola è quella di abbandonare gli shampo con annessi prodotti di styling contenenti solfiti e agenti chimici. La conversione al mondo biologico gioverà sicuramente alla fortificazione e a donare un aspetto sano ai capelli. Gettonata anche la tecnica del co-washing ovvero il lavaggio con il solo balsamo.

Per riequilibrare la naturalezza si consiglia di utilizzare gli impacchi di base naturale come l’olio di cocco, di jojoba, d’oliva a seconda delle esigenze e della tipologia personale di capello. Mai pettinarli se non da bagnati e prediligere l’asciugatura con il diffusore o nella classica posa a testa in giù, meglio ancora se curate la piega ciocca per ciocca aiutandovi con i bigodini flessibili.

Da evitare:

  • Tagliare i capelli ricci da bagnati, meglio farlo da asciutti in modo da tenere a bada il risultato.
  • Tagli retti. Le scalature alleggeriscono il volume.
  • Non spazzolarli se non durante lo shampo, piuttosto disciplinarli con le dita.
  • Mai frizionarli con l’asciugamano. Il risultato altrimenti sarà crespo.

Nancy Malfa

Categorie: Bellezza.

Articolo pubblicato da
in data: