103° Congresso Nazionale S.I.O.

Roma : 25-28 Maggio 2016 – 103° Congresso Nazionale S.I.O.

Oltre 1200, tra clinici ed esperti del distretto cervico-cefalico, si daranno appuntamento a Roma, presso l’Hotel Parco de’ Medici, in occasione del Congresso Nazionale S.I.O.

Roma, Palazzo dei Congressi Parco De Medici: 25-28 Maggio 2016 – 103° Congresso Nazionale S.I.O.
Esperti clinici nazionali e internazionali riuniti a Roma per fare il punto sulle patologie e sui successi clinici in Otorinolaringoiatria. La grande sfida: sconfiggere la sordità

Oltre 1200, tra clinici ed esperti del distretto cervico-cefalico, si daranno appuntamento a Roma, presso l’Hotel Parco de’ Medici, in occasione del Congresso Nazionale S.I.O.

Il Professor Roberto Filipo – Presidente della Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico Facciale – aprirà e seguirà i lavori della 103esima edizione del Congresso che è ormai considerato il punto di riferimento dell’attività clinico scientifica dell’otorinolaringoiatria italiana. Ecco alcune anticipazioni su missione e contenuti del Convegno.

Dedicato all’approfondimento sulla ricerca e sui trattamenti delle più importanti patologie di orecchio, naso e gola, il 103° Congresso Nazionale S.I.O ha un valore sovranazionale essendo aperto ai contributi di molte altre Società Europee. Parte importante della sua missione è anche quella di mettere a confronto, in un ottica migliorativa, dati, progressi, tecnologie, linee guida e protocolli assistenziali, per renderli sempre più condivisi dalla comunità scientifica internazionale.

Attraverso numerose presentazioni multimediali, estesi interventi, corsi monotematici e più di trenta tavole rotonde, il Congresso S.I.O, farà il punto su ricerche, tecnologie e sugli interventi clinici più avanzati, in relazione alle patologie del distretto cervico cefalico. Proprio per la sua specificità e peculiarità, questa materia necessita di un confronto costante con molte altre discipline e specialità cliniche mettendo quindi al centro la “multidisciplinarietà” insieme all’obbligatorietà dell’ ampio spettro di competenze clinico scientifiche necessarie per una corretta diagnosi e terapia.

La peculiarità del nuovo Congresso S.I.O.
Forte della presenza di specialisti di nuovi Paesi Europei, la prossima edizione si preannuncia ricca di un intenso dibattito e alimentata dal rilievo dei grandi risultati raccolti. Saranno oltre 1200 gli specialisti presenti, concentrati sullo studio delle patologie e delle soluzioni cliniche rivolte ad uno tra i più importanti distretti del corpo umano, che coinvolge una serie di organi di fondamentale importanza e che fanno dell’otorinolaringoiatria una disciplina che impone la conoscenza dei risultati di ricerca di molti altri e delicati distretti del corpo umano, che vanno dalla ricerca sul sistema nervoso uditivo, ai nervi cranici della testa e del collo. Insomma la clinica cervico cefalico, lavora su organi di fondamentale rilevanza per la vita del paziente, organi dedicati a funzioni importanti come quella uditiva, fonatoria, dell’ equilibrio e respiratoria olfattiva: tutti ambiti che negli ultimi dieci anni sono stati influenzati notevolmente dalle moderne tecniche diagnostiche e terapeutiche.

Le tecnologie a servizio del Congresso
Sempre durante il Congresso, presentazioni e lezioni magistrali si alterneranno a sessioni video, mentre lo scambio dei dati sarà agevolato grazie all’ausilio di poster elettronici interattivi. Una postazione TV a circuito chiuso riprenderà in contemporanea tutte le sessioni parallele con il conseguente accesso, in tempo reale su tutti gli interventi in corso. Interessante annotare che per estendere ulteriormente la fruizione dei contenuti scientifici, sarà possibile scaricare un App che consentirà di visualizzare e o archiviare gli interventi di tutto l’evento

L’ipoacusia
Il Presidente, Professor Filipo, continua la sua anticipazione, sottolineando che trai vari argomenti e le molteplici patologie esplorate dal Congresso, una particolare attenzione verrà posta all’ ipoacusia nell’anziano, I risultati della medicina generale hanno portato ad un generale allungamento dell’aspettativa di vita, ma i fenomeni di ipoacusia colpiscono con maggiore o minore danno i molti soggetti sopra i 65 anni, e quindi una gran parte della popolazione con un estensione del problema. Già oggi, l’ 11,7% della popolazione italiana soffre di ipoacusia e la patologia comincia ad assumere anche rilevanza sociale.
“Infatti – continua sul tema dell’ipoacusia il professore Filipo- gli interventi per correggere e debellare patologie acustiche in altre fasce di età, ad esempio nei bambini, per quanto importantissimi, sono decisamente più avanzati e sono ormai, almeno nel nostro paese, ampiamente accettati e sempre più efficaci . La crescente necessità riguarda – e riguarderà nel futuro in misura crescente – proprio i pazienti più anziani

La divulgazione
Un’altra missione auspicabile, assegnata al 103° Congresso SIO è quella riguardante l’informazione. Si spera infatti che alcuni se non tutti i contenuti che emergeranno in sede congressuale, vengano resi più fruibili ad un pubblico più esteso. “Informazioni salienti sulla diagnosi e sulla cura dovrebbero interessare si, la comunità medico scientifica, ma nella loro sintesi, anche la maggior parte della popolazione interessata., sviluppando una comunicazione condivisa. Così che si possano affinare conoscenze sugli interventi e sugli strumenti per ridurre e infine debellare la sordità”.

Tornando alle altre specialità presenti al 103° Congresso S.I.O., saranno fortemente presidiate tutte le materie collegate al distretto interessato, come: la vestibologia, l’audiometria e l’audioprotesia, che si ritroveranno insieme, spesso su tavoli a confronto, per fare il punto sullo sviluppo della loro ricerca scientifica e sugli obiettivi centrati.

Naso e gola
All’interno di sessioni dedicate, saranno analizzate molti tipi di patologie legate al distretto, insieme ai loro trattamenti. Tra gli esperti e i settori di specialità quest’anno ci saranno dei focus dedicati al reflusso gastroesofageo, responsabile principale dell’insorgenza delle faringolaringiti. E verranno trattati ampiamente risultati ottimali di intervento terapeutico non solo farmacologico.

Altra patologia importante che impatta nella vita di molti individui e che verrà trattata al Congresso, è la patologia delle apnee notturne. Si fa riferimento in particolari alle ostruzioni delle vie aeree superiori durante il sonno, capaci oggi di assumere anche rilevanza sociale. La cattiva ossigenazione notturna ti porta infatti a scivolare nella sonnolenza diurna che poi nella maggior parte dei casi è anche responsabile o una delle cause importanti degli incidenti al volante.

Le tavole rotonde dedicate alla chirurgia affronteranno anche l’importante analisi delle nuove tecniche endoscopiche per sconfiggere le sinusiti. Un’altra importante area di intervento sarà dedicata alla specialità clinica del seno paranasale e della cavità nasale

Altra argomento di rilievo è costituito dalla discussione scientifica intorno alle patologie dell’equilibrio. Risulta che circa il 30 % degli individui adulti abbia avuto episodi di vertigini rotatorie nel corso della propria vita. Ci saranno tavole rotonde specifiche ed in una particolare si approfondirà la malattia del Mérnière (su cui ci sono stati progressi ma non si è ancora raggiunta una terapia adeguata) per cui una parte di pazienti continua ad avere una disabilità forte generata da queste crisi subentranti.

A giudicare dalla ricchezza di spunti, offerti da queste anticipazioni, sembrerebbe proprio che tutte le scoperte e i progressi scientifici verranno messe al vaglio, analizzate e messe a confronto tra più discipline. Tutto sviluppato nei quattro intensi giorni dei lavori del 301° Congresso S.I.O. sintesi e summa del lavoro dedicato all’importante distretto cervico cefalico. Responsabile di tante funzioni umane vitali e di tanta parte dei nostri altrettanto importanti Sensi.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy