Animali: al mare

Animali: al mare con il nostro cane! Cosa c’è da sapere?

Si è sempre detto che andare al mare con un cane, di qualsiasi taglia, è qualcosa di impossibile...convinzione da rivedere!!! Ecco le regole da seguire per una vacanza perfetta!

Si è sempre detto che andare al mare con un cane, di qualsiasi taglia, è qualcosa di impossibile, ma dobbiamo rivedere questa convinzione. Certo ci vuole qualche accorgimento. Vediamo allora le regole base da seguire prima di prenotare un soggiorno marino con Fido: sono di due tipi, di salute e logistiche.

1 PRIMA DELLE VACANZE
Il cane deve fare una visita veterinaria generale. Deve essere in regola con le vaccinazioni e particolare attenzione va posta alla salute della pelle: controlla che non soffra di allergie, alopecia ecc.

2 APPENA ARRIVATI
Non dimenticare che il tuo cane è un animale per natura territoriale e abitudinario e trovarsi in un posto nuovo, soprattutto dopo un lungo viaggio, potrebbe farlo sentire spaesato. Ricordati quindi di mantenere le stesse abitudini di casa riguardo agli orari di pappa e passeggiate, e non dimenticare il suo giocattolo preferito.

3 AL SOLE
Ricordati che è obbligatorio garantire l’ombra al tuo cane, presta attenzione che non presenti sintomi di iperventilazione (respirazione eccessiva, instabilità sulle zampe, lentezza a reagire agli stimoli) in tal caso rinfrescalo con dei teli bagnati, mai col ghiaccio! I cani inoltre si scottano facilmente le zampine, se pensi quindi di passare tanto tempo al sole chiedi al tuo veterinario se è il caso di usare una crema protettiva.

4 UN BEL BAGNO NEL MARE!
Se il tuo cane non ti sembra convinto non forzarlo a fare il bagno e in ogni caso non lasciarlo mai in acqua da solo.

5 L’ORARIO GIUSTO
Con il cane è meglio andare in spiaggia al mattino presto o dal tardo pomeriggio. Altrimenti, oltre al caldo eccessivo, i raggi del sole a picco sull’acqua producono riflessi che irritano gli occhi e arrossano la pelle più esposta. Dopo il bagno, poi, il cane ha bisogno di un riparo ombreggiato. L’ideale è che ci sia una pineta nelle vicinanze della spiaggia, altrimenti è indispensabile l’ombrellone. E se proprio si decide di restare in spiaggia dalla mattina alla sera, ogni due ore bisogna portarlo a fare una passeggiata al riparo dal sole.

6 DOPO IL BAGNO, UNA BELLA DOCCIA
Il sale ha un’azione disinfettante sulla pelle, ma alla lunga può causare delle dermatiti e seccare il pelo. Per questo è meglio, a fine giornata, sciacquare il cane con l’acqua dolce, ma senza shampoo: per non irritare la pelle. Basta che l’acqua non sia troppo fredda e che non la si spruzzi direttamente sul muso e sulle orecchie. Se rimane della sabbia tra i polpastrelli, si potrebbero screpolare. Occorre poi asciugare con attenzione, concentrandosi soprattutto su muso, orecchie, attaccatura della coda e addome.

PRECAUZIONI IN PIU’
Per evitare rischi di congestione, infine, è importante che il cane entri in acqua cinque o sei ore dopo il pasto. E attenzione che, nell’impeto del gioco, non beva acqua di mare: potrebbe causargli immediati problemi di dissenteria, da curare con un ciclo di fermenti lattici. Peggio ancora, infine, se giocando il cane ingerisce della sabbia: il rischio è che la salsedine provochi un blocco intestinale. In questo caso ci vuole l’intervento immediato di un veterinario.

Di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy