La vitamina D

Sole e Salute: l’importanza della vitamina D

Gli effetti della vitamina D sulla salute delle nostre ossa sono noti da tempo. Più recenti, invece, sono le scoperte in merito al ruolo della vitamina D in molti altri tessuti ed apparati e, parallelamente a questo, è stato rilevato come la sua carenza sia associata all’insorgenza o all’aggravarsi di molte malattie.

La Vitamina D gioca un ruolo fondamentale per il benessere dell’organismo, ma il fabbisogno giornaliero si raggiunge difficilmente con la sola alimentazione.
Il suo ruolo principale è quello di aiutare il calcio a fissarsi nelle ossa.

Recentemente diversi studi hanno anche dimostrato come questa vitamina sia in grado di agire in altri distretti quali muscoli, occhi, cuore, polmoni, o sulla proliferazione cellulare, in quanto il suo recettore è presente dovunque nel nostro organismo.

Fortunatamente, la particolare struttura di questa vitamina la rende un vero e proprio ormone, una volta attivata tramite l’esposizione ai raggi solari.

Gli effetti della vitamina D sulla salute delle nostre ossa sono noti da tempo. Più recenti, invece, sono le scoperte in merito al ruolo della vitamina D in molti altri tessuti ed apparati e, parallelamente a questo, è stato rilevato come la sua carenza sia associata all’insorgenza o all’aggravarsi di molte malattie.

Per esempio, l’effetto sull’ipertensione, a livelli sufficienti di vitamina D, è quello di abbassare la frequenza del ritmo cardiaco; l’effetto sul sistema respiratorio è invece quello di diminuire le riacutizzazioni dell’asma e l’insorgere di raffreddori o epidemie influenzali.

La vitamina D sembra inoltre influenzare la comparsa di malattie autoimmuni quali il diabete di tipo 1, lo sviluppo di alcuni tumori (colon, prostata, polmoni, sistema linfatico, seno), l’insorgenza e la manifestazione di alcune patologie cutanee quali la psoriasi e la dermatite atopica. Infine sembra agire anche sugli occhi: la sua carenza porta ad affaticamento del contorno occhi e modula il rilascio di serotonina.

Gli esperti hanno stilato un elenco di cinque regole per aumentarne l’apporto nell’organismo.

1. Esporsi quotidianamente alla luce solare diretta per circa 10-15 minuti al giorno in estate e 20-30 minuti in inverno.

2. Consumare due porzioni di latticini al giorno (latte e yogurt) e aggiungere un cucchiaio di formaggio grattugiato sui primi piatti. Gli intolleranti al lattosio possono usare latte delattosato e Grana Padano DOP perché privo di lattosio.

3. Mangiare tre porzioni di pesce a settimana: tonno, trota, merluzzo, anquilla.

4. Consumare settimanalmente due uova e un primo di pasta all’uovo.

5. Una volta a settimana consumare due porzioni di formaggio stagionato fresco.

Di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ti potrebbero interessare…

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy