Funghi velenosi

Le dicerie fanno male a chi le inventa e a chi sono indirizzate

Dicerie e calunnie possono rendere la vita spiacevole a persone di ogni categoria sociale. Non tutte le dicerie si diffondono con la stessa rapidità. Fortunatamente, alcune nascono e muoiono subito. Il fatto che una diceria si diffonda dipende dalla sua importanza e dal grado di ambiguità.

Le dicerie fanno male a chi le inventa e a chi sono indirizzate, ecco perché…
Alcune persone, forse per noia, si divertono ad inventare con la bocca quello che non hanno visto con i loro occhi.

Cioè, diffondono dicerie, ovvero prendono alcuni spunti dalla realtà e li distorcono e queste bugie possono causare incomprensioni, distruggere vite, separare coppie e amici, provocare scontri, generare odio, rancore e risentimento.

Ma agendo così, non solo danneggiano la reputazione degli altri, ma, alla fine, anche la loro immagine verrà influenzata dato che con il tempo perderanno credibilità. Alla fine, il pettegolo rimane solo.
Insomma, il rischio di diffamazione non è una prerogativa esclusiva delle celebrità o dei personaggi politici.

Dicerie e calunnie possono rendere la vita spiacevole a persone di ogni categoria sociale.
Non tutte le dicerie si diffondono con la stessa rapidità.

Fortunatamente, alcune nascono e muoiono subito. Il fatto che una diceria si diffonda dipende dalla sua importanza e dal grado di ambiguità.

Perché un’informazione inesatta o incerta si diffonda deve soddisfare la curiosità di molte persone e che, in qualche modo, serva a ratificare la loro visione del mondo e degli altri.

Pertanto, le dicerie devono essere conformi alle convinzioni delle persone che le diffondono.
Ma cosa spinge una persona a inventare dicerie?

INFORMAZIONI MANCANTI: Le dicerie sono spesso il risultato di un errore d’interpretazione,la persona conosce solo alcune cose e riempie il vuoto con la… fantasia!

STEREOTIPI: Spesso gli stereotipi diventano una caratteristica della persona, e ci formiamo una visione distorta della realtà e alimentando le dicerie.

EGOCENTRISMO: Alcune persone non si rendono conto che il loro umore, le aspettative, gli stereotipi e, in generale, la loro interpretazione del mondo, permeano la visione che hanno della realtà, quindi sono portate a spiegare le cose attraverso il loro modo di sentire, fare e pensare.

BASSA AUTOSTIMA: A volte, dicerie e pettegolezzi non sono semplici errori nel modo di pensare, ma rappresentano un bisogno di attirare l’attenzione degli altri.

Capito il messaggio? Raccontare bugie e pettegolezzi fa male e non vi rende più interessanti e soprattutto, non vi farà fare conquiste in spiaggia.

Di Raffaella Ponzo

 

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy