Nei giorni scorsi abbiamo espresso infiniti desideri, la pioggia di stelle cadenti ci ha dato una mano non indifferente;)
Ora, con l’avvicinarsi di Ferragosto, vero e proprio giro di boa prima del rientro estivo, eccoci alla ricerca della pozione magica per sopravvivere al mese di settembre, ricco di promesse e impegni di studio, lavoro …e di attività sportiva per ritrovare la forma perfetta.

Cominciamo allora con qualche curiosità su una delle festività più amate dagli italiani.

Il 15 agosto, giorno dell’Assunzione di Maria, si festeggia la fine dell’estate, ci si ritrova con amici e persone care per trascorrere assieme bei momenti.

Per chi è al mare niente è meglio che passare la notte tra il 14 e il 15 sulle spiagge, ballando e cantando intorno ai falò fino al sorgere del sole.

L’origine dei festeggiamenti popolari del 15 agosto risale ad oltre duemila anni fa: nel 18 avanti Cristo l’imperatore Ottaviano Augusto istituì un periodo di riposo intorno alla metà di questo mese, per permettere ai contadini di riposarsi in seguito alle fatiche dovute alla raccolta del grano avvenuta nelle settimane anteriori.

A questa antica tradizione di pausa nelle attività agricole – che sarebbero poi riprese con la vendemmia e in seguito con l’aratura (tipicamente autunnali) – Ferragosto è visto come la fine della stagione estiva.

Un classico sono le “gite fuori porta” con familiari ed amici dove a dare gioia e convivialità sono le grigliate e i grandi picnic all’aria aperta.
Ma non mancano concerti gratuiti e manifestazioni culturali.

Divertimento quindi ma anche un momento di raccoglimento religioso e di meditazione sul domani, una buona occasione per imparare a stare bene con se stessi e ritrovare tutta l’energia per affrontare un nuovo anno di sfide e impegni.

La vita, lo sanno tutti, è fatta anche di difficoltà che molto spesso sembrano montagne invalicabili, ma è proprio in questo che risiede il suo fascino. Le continue lamentele prive di azioni utili a migliorare il proprio stato emotivo e sociale rappresentano un virus letale per lo spirito.

Ecco quindi delle frasi da ripetere come un mantra, accarezzandone il significato, parola per parola, soprattutto durante questi giorni di relax:

Ho commesso un errore

Ammettere i propri errori è indice di grande maturità. Se una nostra idea in cui crediamo si rivela sbagliata, è giusto fare un passo indietro ed ammettere l’errore. Non è una sconfitta, Quando sbagliamo dando tutto ciò che abbiamo, è giusto ammettere l’errore, questo non ci farà perdere il rispetto di chi ci è vicino semmai ce lo farà guadagnare.

Sei stato bravo/a

Quando sono meritati, è giusto fare dei complimenti, così da motivare chi ci è vicino, chi vive con noi e chi lavora al nostro fianco. Un complimento ben fatto, ha un grande impatto sulle persone, farà piacere a loro e di conseguenza a noi.

Che ridere!!!

Ironizzare sulle piccole sfortune quotidiane, sui propri difetti e su quello che in genere non vi piace è il trucco per poter sovrastare e vincere ansia e tristezza. Imparare a non prendersi troppo sul serio renderà la vostra vita molto più leggera e libera dal peso della serietà.

Puoi darmi una mano?

Se abbiamo bisogno d’aiuto, dobbiamo chiedere aiuto. Semplice. Pochi giri di parole e di sicuro ci verrà data una mano. La sincerità paga, sempre. Il rispetto e la volontà di sapere ascoltare, sono i tratti distintivi del leader…e di un buon amico.

Ho sbagliato, scusa

E’ una frase assai difficile da pronunciare, forse la più difficile in assoluto. Peccare d’orgoglio spesso ci fa combinare dei pasticci e spesso un rapporto o una situazione degenera proprio per mancanza di questa parolina magica. Imparate invece a guardare le sconfitte come stimolo, non chiudetevi davanti ad una sconfitta, ma aprite la vostra anima e fate entrare quella parte positiva che ogni situazione si porta dietro. Siate positive sempre e la vita vi premierà e soprattutto ricordatevi che tutto quello che date vi verrà restituito.

Il mio parere è…

Naturalmente ognuno di noi ha una propria opinione, ma certe volte sbagliamo nell’esprimerla male, con presunzione, saccenza, autorità, oppure tendiamo a non esprimerla affatto. Dare il proprio parere, con calma e argomentando sempre con logica e razionalità è un ottimo viatico per ottenere un buon consenso o per esprimere un punto di vista utile ad una eventuale e costruttiva discussione.

Ce la farò

Non arrendetevi mai! Anche quando tutto vi sembrerà impossibile o inutile, trovate la forza di sperare e di andare avanti. Non abbiate paura di chiedere aiuto e di essere voi stesse, poiché è nell’imperfezione che risiede la bellezza. Qualsiasi cosa accada andate avanti, non fermatevi.

Amore

Magari non sul posto di lavoro, a meno che non lavoriate col vostro partner. Ma dite “Ti amo” ogni qualvolta sentiate il bisogno di farlo, non c’è nulla di più bello dell’amore vero.

Mi voglio bene

Per stare bene con se stesse e con gli altri è fondamentale imparare a volersi bene. Non confondete l’amarvi con l’essere egoiste, scegliere la strada più benefica per voi, rispettando comunque gli altri, vi renderà semplicemente più luminose e attraverso la vostra luce potrete illuminare chi vi sta accanto.

Il ferragosto si conferma un momento importante per questo tipo di riflessioni, perchè a ben vedere ogni anno facciamo quasi sempre gli stessi propositi, cercare, anche in parte, di mantenerli puntando soprattutto al nostro equilibrio interiore, ci darà la carica per affrontare il rientro con una maggiore energia, sicurezza e propositività.

 

Categorie: Curiosità.

Articolo pubblicato da
in data: