Un’unica modella, più di 100 scatti irripetibili su pellicola originale IMAGE 8.8×10,8 cm non più in commercio e l’imperfezione come tratto di unicità e autenticità. La mostra POLHAIROID voluta creata e realizzata da Pier Giuseppe Moroni, Direttore Creativo Wella, appassionato da sempre di istantanee e con una collezione di scatti realizzati sui set in giro per il mondo dal 2000, si sviluppa attorno ad un’unica donna: LERA ABOVA, modella di grande talento con la quale Pier Giuseppe ha costruito una bellissima storia di complicità, nata dai capelli, ed oggi in grado di raccontare, proprio attraverso i capelli, la metamorfosi della bellezza ritratta nell’arco di un anno, in un percorso di seduzione, emozione e di scelte estreme sia in termini di immagine che di trasformazione interiore.

POLHAIROID è un percorso determinato dalla diversità degli stili dei capelli e testimoniato dalle Polaroid originali scattate con la popolare camera image.
Tutto ha inizio quando Pier Giuseppe sceglie Lera per un lavoro Wella. “ mi ha fatto venire in mente Donna Jordan con i suoi capelli e sopracciglia decolorati e i ricci anni ’70….. poi ho tagliato una parrucca scura ispirandomi al taglio inglese di Stella Tennant” “ poi il taglio corto pensando a David Bowie…..il taglio ancora più corto alla Jean Seberg in ” Fino all’ultimo respiro” di Godard.
Di nuovo con una parrucca bianca ad onde come una moderna Mae West. Ed infine rasata.

“Con LERA – afferma Pier Giuseppe Moroni – ho sperimentato la tensione verso un processo di purificazione della bellezza. Lei per me è diventata una musa, un mezzo per arrivare come professionista e come fotografo a essere scopritore e testimone della bellezza. In questo percorso, la pellicola Polaroid scaduta, sbiadita, velata, imperfetta è stata fondamentale per dare sapore alla storia fatta di momenti. Una raccolta di istanti magici, grazie anche all’uso di gelatine che hanno colorato e attenuato la luce naturale.”

3 DOMANDE IN PIÙ SUL PROGETTO A PIER GIUSEPPE MORONI
Dietro i tuoi scatti, qual è il messaggio che hai voluto trasmettere con questa mostra?
Sono stato letteralmente stregato da uno scatto di Helmut Newton di qualche anno fa, in cui la modella fotografata aveva una fisicità estremamente intensa. Nella foto è ripresa la mano di Jean Louis David che stringe con forza una ciocca di capelli, che è appena stata tagliata. Quello che mi ha colpito è la forza con cui la mano stringe i capelli, dopo il taglio… creando così un legame molto intenso fra l’artista e la modella immortalata… credo di aver raggiunto questo intento con la mia mostra e soprattutto il video.
In una donna, prevale il suo look o la sua personalità?
Per quanto mi riguarda, credo che l’artista debba essere al servizio della donna nella creazione e intensificazione della sua identità, enfatizzando il suo look in base al concetto e del servizio.
A differenza degli anni scorsi, le tendenze e le evoluzioni della moda capelli dove ci stanno conducendo?
Per quest’anno la tendenza più nuova ma che sarà anche la più forte si sta spostando verso un look extra corto.

Per chi fosse interessato a visitare la mostra POLHAIROID
PIER GIUSEPPE MORONI Gallery Via San Pietro all’Orto, 26 Milano
Fino al 28 Febbraio 2017
Orario: 9.30 – 18.00

Di FRANCO LORENZON

Categorie: Arte Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: