A Parigi va in scena Couture Printemps 2017 di Maison Francesco Scognamiglio,  la sfilata è un crescendo di emozioni che culmina con il gran finale… una costruzione di gazar e porcellane per l’épouse.

Un salto nel passato che ci porta ad antichi fasti e mondi lontani. Nel silenzio del prezioso salottino di porcellana della regina Maria Amalia di Sassonia, opera d’arte unica del Museo di Capodimonte, nasce il sogno della collezione d’alta moda Primavera Estate 2017 della Maison Francesco Scognamiglio.

Couture Printemps 2017 di Maison Francesco Scognamiglio

Le immagini esotiche, come i paesaggi dell’antica Cina, le figure dell’universo animale, e i filari di rose spinate, ornano strutture di alta sartoria napoletana che si tramutano in pura narrativa estetica.

Un connubio perfetto tra erotismo, avanguardia e romanticismo, un’alta moda interpretata in chiave metropolitana e realizzata attraverso il sacro lavoro della manodopera artigiana.

Organze leggerissime si adornano di minuziose rose di porcellana create una ad una da artigiani napoletani.

Il chiodo ricamato di borchie, fili d’argento e ricami di cristalli color ghiaccio, si trasforma in abito lungo, tagliato sapientemente sul corpo; nuova icona di lusso tra un sottile velo di erotismo e un grande sensualità.

Il bianco più puro si dissolve in un rosa cipria antico. Gli jaquard disegnati a mano ricordano gli ornamenti del lusso di un tempo. Il feticismo del latex protegge la fragilità del voile di seta ricamato, che orna il corpo di questa principessa contemporanea.

Sullo sfondo, una colonna sonora diretta con amore e unicità, raccontata dalla voce di Lady D, esempio di immortale eleganza e simbolo che vive nella memoria del couturier, il quale dedica alla principessa, il défilé della sua seconda stagione francese.

Categorie: Sfilate.

Articolo pubblicato da
in data: