“La bellezza è onestà”  un motto antico che Max Mara sposa appieno, tutto deve apparire per come è realmente. Perchè il cashmere, il cammello, lo yak o l’alpaca dovrebbero apparire diversi da come sono?

La collezione Autunno – Inverno 2017/2018 si presenta nei colori del Pantheon Max Mara: cammello, cognac, caramello, grigio e rosso.
Il look è discreto e magnetico allo stesso tempo. C’è la falcata in stile Bergman nella nuova silhouette definita dalle gonne a ruota con plissé e un glamour disinvolto nella felpa double face di cammello: la maglieria è la chiave di lettura del mood di questa stagione, a trecce oppure a spesse coste.

In primo piano il cappotto. Ogni singolo capo è la combinazione perfetta di materiali, forme, finiture e funzionalità.

Modelli classici e iconici sono realizzati in combinazioni insolite e affascinanti: il cammello è sapientemente abbinato allo shearling o alla maglieria mentre i cappotti-cardigan irradiano energia chic e positiva.

Ma non bisogna lasciarsi ingannare. La loro apparente semplicità è il risultato di più di sessantacinque anni di esperienza sartoriale.
Negli accessori troviamo un approccio modernista per gli occhiali da sole, nella borsa decostruita con profili in shearling da abbinare alle décolleté a punta.

Una collezione pensata per le eroine moderne nella loro scalata al successo, per quanto impervio sia il cammino. Concentrate,
colte, imperturbabili e intellettuali: Max Mara anticipa lo sprint finale verso la meta. Perchè anche il cammino deve avere un suo stile!

Categorie: Sfilate Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: