l'Haute Couture 2018 di Carlo Pignatelli

A Milano sfila l’Haute Couture 2018 di Carlo Pignatelli

Carlo Pignatelli: Haute Couture 2018 con un fashion show emozionante che porta in passerella il lustro di matrimoni ed eventi mondani d’altri tempi con abiti da sogno.

L’Haute Couture 2018 di Carlo Pignatelli? Un viaggio all’insegna dell’eleganza e dell’amore del xx secolo

Chic, sofisticate e ultra ricercate. Ogni dettaglio è curato nei minimi particolari.
Le Collezioni Carlo Pignatelli 2018 si fanno interpreti dei matrimoni ed eventi mondani d’altri tempi, da Ascot a Wimbledon, alle regate sul Tamigi, quando la Cerimonia non era solo sinonimo di momento speciale, ma il vero e proprio rito sociale del “bel vestire” in ogni occasione dell’anno.

Dall’hunting al riding, dal tennis al tè delle cinque, sino alle soirée a teatro, gli appuntamenti irrinunciabili per dame e signori rivivono in dettagli, decorazioni e silhouette di abiti da sogno.

Leggerezza e rigore per queste creazioni che scommettono su forme essenziali ma esaltate da dettagli ricercati d’Atelier: strascichi importanti, minuziosi decori, elaborati ricami “da parata”, filets e originali piume di tulle e di pavone.

Le lavorazioni Couture si sposano con il rigore sartoriale all’insegna del “fatto a mano”.

I tessuti maschili si contraddistinguono per le loro fibre preziose, in seta e lana, in raso, twill e jacquard: uno su tutti attraverso dettagli di scorci e paesaggi, denomina il nuovo “Smoking Torino”, esclusiva della Collezione.

Focus sul nuovo frak con dettagli divisa e sulle redingotes che slanciano la figura. Tulle per le donne in ogni possibile declinazione: lavorato a velo nasconde intrecci di pietre preziose in un effetto traslucido, facendo percepire il ricamo della gonna in un vedo non vedo sensuale e sofisticato. E poi ancora organze craquants finemente lavorate, jacquard, satin mano daino, georgette intrecciate a gessature lurex. Tutto melangiato con pizzi chantilly, rebrodè, ricami in filo e pietre.

Lavorazioni certosine eseguite in sartoria rendono ogni abito un’opera d’arte, a garanzia dell’originalità di ogni pezzo che rende unico colui e colei che lo indossano. I colori sono sussurrati: ivoire, peau d’ange, mauve e tiffany la cui delicatezza di toni sembra tessuta con i materiali. Le nuances maschili si declinano in pastelli polvere ed acquamarina, alternati ai metallici platino ed oro rosè, rosso “fox hunting”, blu ink.

Per la sera? Impeccabili in bianco e nero.

La sfilata lo scorso sabato, in occasione della wedding week milanese, nella cornice suggestiva della Cattedrale della Fabbrica del Vapore.
Tra gli ospiti presenti i campioni del canottaggio Giuseppe Vicino e Matteo Lodo, vincitori della medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio De Janeiro e rappresentanti della Federazione Italiana Canottaggio, per la quale Carlo Pignatelli firmerà le divise in occasione della Henley Royal Regatta il prossimo giugno. Numerose celebrities del mondo dello spettacolo e della musica, solo per citarne alcuni Valeria Marini, Flavio Montrucchio e Alessia Mancini, Boosta e Valerio Scanu.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy